Cerca

Lettere al Direttore

Può un Sindaco fomentare la violenza?

Egregio Direttore, con la presente volevo portarla a conoscenza di un fatto che, personalmente, ritengo molto pericoloso. Nei prossimi giorni, con più precisione Sabato 16 Aprile, aprirà a Parma, una nuova sede di Casa Pound che sostituirà quella precedente. Fin qui non ci vedo nulla di strano, essendo Casa Pound un movimento legale e riconosciuto per legge. Ma il Sindaco di Parma ha pubblicato sulla sua pagina Facebook queste parole: "‪#‎NoCasaPoundaParma‬ Se l’Italia e l’Europa stanno attraversando un momento storico difficile legato alla sicurezza, a nuovi flussi migratori e a muri eretti che dividono nazioni ormai sempre meno libere, la soluzione al problema non possono essere gli estremismi né tantomeno, tra questi, Casapound. In questi giorni questa associazione palesemente fascista e antidemocratica aprirà una nuova sede a ‪#‎Parma‬, medaglia d’oro alla Resistenza. Un nuovo polo di estremismo nella città dei partigiani a pochi giorni dal 25 aprile. È un fatto grave, ma impossibile da fermare per legge, essendo un'associazione riconosciuta. Gli estremismi avanzano perché parlano alla pancia dei cittadini, alle loro paure, alle loro fragilità, senza mai dare soluzioni. Una cosa però è certa: avanzano solo quando la politica smette di guardare al mondo attraverso una visione in prospettiva, un sogno da raccontare alle generazioni future. Per questo ai fascisti di Casapound, e alla loro prossima apertura, risponderemo con ancora più idee e ancora più politica. Due cose che ai “fascisti del nuovo millennio” sono sempre palesemente mancate. Parma, storicamente antifascista non vi vuole, dovreste mettervelo in testa!" Può immaginare ed eventualmente andare a leggere quello che è venuto fuori nei commenti. Ora, tale movimento, può piacere o non piacere, può essere condiviso nelle idee o no, ma come già detto rimane un movimento legale. Se dovesse succedere qualcosa, tafferugli, bombe davanti alla sede (nella vecchia sede è già accaduto), credo che il Sindaco Federico Pizzarotti se ne dovrà far carico, così come dovrebbe farsi carico. Credo che il Sindaco, oltre a mettersi in testa che Parma è storicamente antifascista, dovrebbe capire che è il Sindaco di tutta la città. Tutto ciò lo ritengo una vera e propria istigazione alla violenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog