Cerca

Lettere al Direttore

Riscopriamo il treno!

Andare in treno è un’esperienza gradevole. Possono migliorare le tratte, la velocità di percorrenza, il comfort del viaggio, ma rimane sempre vivo quel senso di piacevole abbandono degli occhi e, attraverso essi, dell’anima al suono delle ruote sulle rotaie, ai paesaggi che si inseguono frettolosi, ai colori del cielo, della campagna, di una natura che si lascia rubare inconsapevoli frammenti di vita. E se abbiamo la possibilità di viaggiare accostati ad un finestrino, possiamo assaporare anche lo schiaffo del vento e lasciarci trascinare in un turbinio di piacevoli sensazioni. Il treno rappresenta un lieto andare nei percorsi della memoria, un po’come un film al cinema che ti distacca dalla realtà e ti regala emozioni. Ricordo da bambino quando d’estate ascoltavo il treno transitare dalla casa in cui abitavo e mi immaginavo che ad ogni passaggio, con quel tipico fischio che emetteva, volesse salutarmi ed invitarmi ad entrare verso mete sconfinate. I primi viaggi adolescenziali “verso la libertà” sono generalmente sempre affidati ai treni ed alle formule economiche che consentono di andare da un capo all’altro del mondo, a catturare sogni, speranze, colori, sapori ed atmosfere di contesti ambientali diversi. E poi tutti i macchinisti, i controllori, i venditori ambulanti di panini…un insieme di persone che vivono e lavorano con i treni e che ne rappresentano un elemento caratterizzante. Il treno è anche luogo di contrasti, di mistero, di trame di vita diverse e molteplici, di incontro tra civiltà, di dialettica e di tranquillità. E’ poi importante evidenziare le potenzialità ed i vantaggi del trasporto ferroviario che, con il suo modesto impatto ambientale, riesce a movimentare significative quantità di merci e di persone nel pieno rispetto della natura. Proviamo, dunque, a vivere una nuova esperienza di un altro viaggio in treno, e godiamoci il paesaggio autunnale incombente, magari trascrivendo su un taccuino le nostre sensazioni. (Massimiliano Nudi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog