Cerca

Il giustizialismo fallimentare La speranza sul quale Luigi De Magistris ha costruito la sua fisionomia di candidato sindaco è svanita, l'impeto e la veemenza con il quale il moderno Masaniello versione giustizialista ha condotto la sua campagna elettorale, condita di populismo e demagogia. Oggi nel capoluogo partenopeo si fanno i conti con i primi fallimenti e con le delusioni, figli di questa anomala e già "scassata" amministrazione. Non parliamo degli errori e delle scelte sbagliate nel settore dei rifiuti, del possessivismo culturale dimostrato dal sindaco in scelte tipo quella di Vecchioni. Una cosa è certa, che questo strisciante giustizialismo in salsa rossa ha dimostrato solamente inconsistenza, divisione e mancanza di azione. Una città come Napoli non meritava questo vergognoso trattamento, Napoli aveva bisogno di solidità e di decisionismo, non certo di debolezza e di immaturità politica. Invito i cittadini di Napoli a non farsi più travolgere e coinvolgere da questi personaggi dai toni rivoluzionari, ma a meditare in modo serio e costruttivo sul futuro di questa grande città, con amore e concretezza. Marco Criscuolo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog