Cerca

Buonasera, sono un agente immobiliare, una figura professionale che nel pensiero comune non è classificato proprio come "povero", ma in questi ultimi anni questa attività ha subito drastici ridimensionamenti, a scapito del redditto personale del Titolare e di coloro che lavoravano per lui. La mia attivita' è partita nel 2006 quando ho lasciato un lavoro "sicuro" durato 15 anni per intraprendere questa nuova attività che allora era ancora redditizia. In quegli anni, ma in particolar modo prima, le agenzie si moltiplicavano a dismisura, ma ciò era giustificato da qualcosa che non dipendeva da chi in buona fede cavalcava l'onda, ma da coloro (banche) che hanno permesso l'espandersi di una BOLLA IMMOBILIARE. Nessuno allora intervenne (stato compreso)pur sapendo, tutti sapevano, che sarebbe arrivato il momento in cui tutto sarebbe esploso! Quindi ora molte AGENZIE hanno chiuso, molte stanno per chiudere e solo quelle ultra decennali riescono a mantenersi anche se a fatica. Risultato: meno posti di lavoro, solo le mie agenzie (5 fino al 2010) avevano 5 segretarie assunte, e 8 funzionari. Ora le agenzi sono solo 2 con i Titolari che ci lavorano senza segretarie e con funzionari che vanno e che vengono. Il nostro lavoro inoltre non è affiancabile a nient'altro, possiamo fare solo gli agenti immobiliari. VENGO AL DUNQUE: ho due proposte 1) liberalizzare al 100% anche l'agente immobiliare permettendogli di fare anche altro. 2)rendere in parte obbligatorio il passaggio attraverso l'agenzia immobiliare delle vendite immobiliari, permetterebbe il controllo delle transazioni, e abbasserebbe di molto i costi provvigionali portandoli a costi di parcella. RIVALUTARE LA FIGURA DELL'AGENTE IMMOBILIAIRE, usare le sue competenze, dargli del lavoro costante, così come ad altre attivita'. Un esempio: persino l'amministratore di condominio è una figura che è prevista obbligatoriamente per l'amministrazione dei condomini con più di 4 unità immobiliare. Si potrebbe rendere obbligatoria la figura dell'Agente immobiliare per transazione superiori ai 50.000,00 Euro e per tutte le locazioni magari dandogli la stessa funzione che ha l'agenzia delle entrate. Potrebbe diventare un piccolo pubblico ufficiale con soli fini di controllo (senza nulla togliere ai notai). Secondo me permetterebbe di ripristinare/creare molti posti di lavoro e sicuramente dare più futuro anche a coloro che hanno intrapreso quest'attività con professionalità da pochi anni. Ok ora criticate pure!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog