Cerca

So che con questo mio pensiero rischio la figura dell'ingenuo o peggio dello stupidino. Come mai i "professori" non hanno proposto la liberalizzazione delle tabaccherie? Vogliono forse il monopolio dell'intossicazione? Non vi sembra che sia ora di smetterla con la retorica del:"Il fumo uccide"? Provate a pensare quanto rispamierebbero i consumatori "suicidi" se la sigaretta fosse liberalizzata. Chiunque di noi potrebbe contrattare qualsivoglia produttore di morte e distribuire sigarette al 50% in meno dello Stato, magari con un banco al mercato rionale, creando occupazione giovanile. Perdonate la mia provocazione ed il mio volare pindarico!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog