Cerca

Caro direttore,vorrei esprimere la mia indignazione per quanto riguarda le liberalizzazioni,ed in modo particolare alle aperture domenicali dei negozi (indiscriminate). Sono un dipendente della grande distribuzione; con famiglia.Le vorrei far notare che il mio negozio rimane aperto dal Lunedi al Sabato dalle H 09.00 alle H 20.00 e nei mesi di novembre e dicembre tutte le domeniche, ed gli altri mesi tutte le prime due domeniche di ogni mese.Tutto questo per dirle che tutti quelli che hanno famiglia e figli come me, non hanno più vita privata e tempo per godersi la famiglia. Anche perchè mia moglie e mia figlia alla domenica sono a casa, ed io al lavoro, quindi ci vediamo qualche ora alla sera.Poi si parla tanto delle famiglie che si disgregano, per forza come è possibile altrimenti (fortunatamente non è il mio caso)io alla famiglia ci tengo. Le faccio una premessa: sono cattolico e forse ho diritto anche io alla domenica di andare alla santa messa con famiglia. Quello che comunque mi ha molto rammaricato, è che non ho sentito nessun commento dalla chiesa. Forse anche qui ci sono i cosi' detti poteri forti?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog