Cerca

gentile direttore, apprendendo la notizia della diffusione delle identità degli evasori ellenici sono rimasto sgomento, e la cosa ancora più terribile è che molti sono d'accordo con questa barbaria. per carità, lungi da me l'idea di difendere i furbetti dell'egeo ma cerchiamo di usare un minimo di raziocinio, in un paese in cui la gente non sa più come sbarcare il lunario, dove circa la metà dei lavoratori e statale (quindi non evasore) e proprio agli statali sono stati impartiti i sacrifici più forti, mi sembra fuori luogo mettere nelle mani del popolo inferocito il nome dell'evasore di turno. propongo un esempio. palazzo in un quartiere residenziale di Atene, al terzo piano nell'appartamento 9 abita una famiglia di dipendenti ministeriali che fino a qualche anno fa se la passavano bene ora ricevono metà stipendio e provano la fame, vera e propria, al 10 invece un pasciuto commerciante vive tranquillamente la sua vecchiaia. ora la lista ci dice che il vecchio del 10 è un evasore, cosa pensate che gli faccia il signore del nove scendendo le scale la mattina? quanto meno uno sgambetto... ora pensate che quei baldi giovani con elmi e passamontagna che lanciavano pietre sulla polizia cosa credete che faranno agli evasori? non sarebbe meglio che la giustizia sprema gli evasori e non un rivoluzionario improvvisato gli apra il cranio in un vicolo?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog