Cerca

Leggo e rileggo le dichiarazioni di attualmente ci governa e di chi in realtà avrebbe dovuto governerci. E rimango sconcertato dalle proposte inconsistenti e "cure " somministrateci per sanare una situazione economica e finanziaria più che decotta Il Prof Monti ed i suoi ministri prestati dal sistema creditizio operano e lavorano sulle entrate senza render conto agli italiani di come e perchè sono destinate le imposte le tasse, le accise ed i balzelli di ogni tipo. Ho la presunzione di voler essere chiaro nell'esposizione e l'esempio più calzante che mi passa per la mente è il condominio. I condomini, quindi i cittadini,conoscono nell'arco di 60/90 giorni dalla chiusura di bilancio come sono stati spesi i corrispettivi preventivati l'anno prima.Entrano nel merito, discutono sull'opportunità e sulla congruità delle spese ed esprimono un giudizio sull'operato di chi ha amministrato il loro quattrini. Per lo Stato Italiano questa regola sembra non esistere. E non viene nemmeno lontanamente presa in considerazione Quello che amareggia e infastitisce è la nostra totale impossibilità di verificare gli sprech, di conoscere i frutti del poltronificio della politica,di essere consapevoli di quanto costa realmente lo STATO, di quanto incidano i servizi erogati e di come sia possibile contenere la spesa pubblica. Sembra di assistere alla sagra del porcello:delle imposte non si butta via niente si spende tutto. I cittadini gli elettori, sino ad ora hanno accettato passivaemnte tutto:la politica esautorata, i padroni di partito, le palle ben confezionate e sempre con un silenzio assordante Da oggi andremo a fare le pulci su tutto, perchè i cittadini devono sapere e conoscere non solo quanto costa la politica- gli italiani sono arrabbiati perchè i politici non sono prepositivi,'pensano solo ed esclusivaemnte a loro stessi, alle mignotte ed ai porta mignotte di turno. Si inventano di tutto per potersi fregiare dell'auto blu, meglio se con lampeggiante ed ancora meglio se con qualche carabiniere di scorta. Ma come non si fa a capire lo stato d'animo ed imprenditoriale di tanti commercianti, artigiani, liberi professionisti che si vedono sbattere la porta in faccia dal sistema creditizio, per l'apertura di una linea di credito di un fido di un leasing.... Certo, i politici di professione, chi non ha mai e dico mai lavorato non potrà mai capire che cosa significa alzarsi la mattina del 1° di ogni santo mese che il buon Dio mette sulla terra ed arrivare alla fine dello stesso mese passando per : pagaemnto degli stipendi, oneri previdenziali ed assistenziali imposte tasse iva insoluti accertamenti controlli banche che quotidianamente ti vessano all'insegna di Basilea 1-2-3-4-...... Le banche hanno redatto bilanci di carta straccia, si approvvigionano all'1% e speculano su bond ed altre diavlerie della finanza, con la benedizione di turno di Passera, che non è la mignotta di turno collocata dal padrone di turno, e molto peggio: è il rappresentante dell'unico padrone vero dell'azienda Italia e cioè il sistema creditizio. Il 44% degli italiani non sa per chi votare ? Sbagliato sono molti di più sono molto più intelligenti dei politici che da tanto troppo tempo ci stanno pigliando per il culo, gli italiani sono esasperati stanchi di dover pagare una classe dirigente incompetente egoista ed egocentrista . Gl italiani vogliono vedere i leader di partito lavorare ammettere gli errori e porre rimedio alle brutture che da tanto troppo tempo contraddistinguono i nostri giorni Ridurre subito il debito pubblico vendendo tutto ciò che non è funzionale alle esigenze dei cittadini e questo vale anche per i Comuni, uno su tutti MIlano, un assessore che gioca a Monopoli campione di fatti suoi non può venire a dare lezioni a nessuno. Solo un inciso quello che voleva con la Provincia di MIlano è riuscito a porlo in essere con il Comune di MIlano . Immobili da dispettere che non sono sicuramente funzionali, guerre di potere sulle società controllate( Tabacci è espressione della finanza milanese per chi ancora non lo sapesse) atteggiamenti da unto del Signore che non si coniugano con le esigenze dei milanesi e da chi vive la città per svolgere la propria professione. Opposizione inesistente, poche poltrone da distribuire anzi nessuna. SVEGLIA la politica deve essere vissuta cme servizio ai cittadini e non come opportunità di business. E chiaraemnte questo vale anche alivello nazionale Sembra di assistere alla parata degli zombi, non siete stati capaci di tutelare gliinteressi degli italiani, non avete avuto il coraggio di dire no all'esautorazione della politica allora fuori dalle palle e andate a misurarvi le difficoltà delle quotidianità che avete dimenticato o peggio non avete mai vissuto. Luca Ruffino

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog