Cerca

Certo che è paradossale la situazione in cui ci troviamo, la gente vera, la gente di strada che vive e "combatte" con la vita tutti i santi giorni per portare a casa lo stipendio ora sta manifestando, e lo sta facendo non per partito preso o perchè non ha voglia di lavorare ma per la disperazione e sottolineo quest'ultima parola. Ma la situazione paradossale a cui mi riferivo è che alcuni giornalisti, alcuni politici e alcuni presentatori televisivi condannano questa gente e lo fanno solo per partito preso perchè quello che evince quando li si ascolta è che hanno solo una piccola infarinatura degli argomenti che trattano facendo credere al pubblico di capirne più di tutti. Allora mi chiedo perchè non si tolgono la cravatta di marinella e vanno a passare qualche giorno su un camion o in un taxi o in una farmacia?? ormai penso che è risaputo per tutti che queste liberalizzazioni non sono altro che atti punitivi se colpiscono i piccoli..diminuiranno i prezzi? ma non diciamo sciocchezze!!prendo il mercato del farmaco per esempio poichè è quello che conosco meglio...Si può parlare di liberalizzazione per un mercato che non può espandersi?? volete abbassare un pò i prezzi bè allora liberalizzate i prezzi per la fascia C come per i sop e otc, oppure per i farmaci per i quali è consentita addirittura la pubblicità che siano davvero liberalizzati quindi vendibili senza l'obbligo del farmacista,così si potrebbero acquistare ovunque e il prezzo crollerebbe davvero. Io non sono un titolare ma un collaboratore,e la nostra voce si è sentita poco..forse la titolarità che sia di farmacia o di parafarmacia è più importante...comunque la domanda che io mi faccio è: ma i parafarmacisti sono meglio di noi collaboratori??o sono solo più furbi perchè vogliono aggirare l'ostacolo aprendo una farmacia senza investimenti importanti e senza alcun tipo di merito??allora io da collaboratore vorrei che su queste parafarmacie sia presa una volta per tutte una decisione anche drastica o che per lo meno siano regolate perchè non è giusto nei confronti nè di noi collaboratori nè di chi la farmacia l'ha vinta con merito e sacrificio e nè di chi l'ha acquistata facendo debiti a vita ..io da farmacista dico che il mio mondo è la farmacia e ho studiato cinque anni per lavorare da professionista in farmacia e non al supermercato!! Bisogna stare attenti anche al numero di farmacie sul territorio perchè questo è un sistema non buono ma ottimo a distruggerlo però non ci vuole niente..e se dovesse succedere questo i primi a chiedere il conto saranno i cittadini!!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog