Cerca

Paragoni con altre città ? Vogliamo prendere per esempio Berlino ? Il taxi parte da 3,20 centesimi , ed il costo chilometrico è di 1,65 ; a Roma parte da 2,80 e il costo chilometrico è di 0,92 centesimi , per quale motivo non si paragonano queste cifre ? . Perché viene detto che dall’aeroporto fino in città il costo è di 25 euro : tralasciando il fatto che le piste distano 7 km dal centro , mentre a Roma la distanza è +/- 30 km con un costo di 40 euro ? Il motivo per cui “SEMBRA “ che costi meno è che non c’è traffico . Quel traffico che a Roma , quando scarichiamo un cliente , ci impedisce di prendere un’altra corsa per radio: anche se siamo vicini all’indirizzo. A volte vediamo a distanza anche il civico, ma siamo impossibilitati a fare inversione , ne consegue che l’operatore comunica all’utente che in zona non ci sono taxi disponibili . Se prendessi quella corsa ( a 100 metri di distanza in linea d’aria ) dovrei dare alla centrale un’attesa di 10 minuti . E’ assurdo ! Come è assurdo che il cliente paghi 10 minuti di tassametro per un taxi che sta nelle vicinanze . Ma un altro motivo per cui non confermiamo la corsa è che non siamo sicuri di trovare poi il cliente : con conseguente perdita di tempo e denaro . Quindi il tassista (quando scende un cliente) cerca sempre di andare in una zona dove ci sia meno traffico : per esempio nella zona di Termini si cerca di evitare la stazione ( anche se vengono mandati messaggi per radio , che ci sono clienti a terra) . Ma perché a Berlino o in qualsiasi altra città Europea non c’è il traffico di Roma ? 1 ) Assenza di doppia e ormai tripla fila . 2 ) Presenza di vigili urbani , specialmente nelle stazioni dove entrano ed escono centinaia di persone . (A termini solamente il passaggio pedonale riesce a bloccare i taxi ) . 3 ) Assenza di vicoletti , sensi unici e mercatini attorno le stazioni . 4 ) Presenza di numerose corsie preferenziali dove poter effettuare anche sorpassi agli autobus di linea . 5 ) Assenza di quartieri periferici abusivi , con mulattiere al posto delle strade . In Germania non conoscono la parola condono , non esistono palazzi abusivi . Nelle città Europee i vicoli sono solo al centro , in periferia quando si costruisce si pensa , ai parcheggi , alle corsie preferenziali , a tangenziali , ponti , sottopassi ,metropolitane ad una viabilità scorrevole . 6 ) Il carico/scarico merci , viene fatto in orari decenti . lo sapevate che al tempo degli antichi romani i carri non potevano girare di giorno ? Ora siamo nel 2012 e dobbiamo trovare alle 8,00 / 9,00 di mattina ( all’apertura di scuole , uffici , negozi ) TIR parcheggiati in doppia fila che scaricano lavatrici . Ma quante cazzo di lavatrici venderà quel negozio ? Se fa uno scarico l’anno , perché non farlo di notte ? Se deve rifornire più negozi , farebbe anche prima , giusto ? 7 ) Vi risulta che in Europa ci siano strade dissestate come le nostre ? Strade che per colpa del manto stradale provocano incidenti , con conseguenti ingorghi per interi quartieri ? Mi sono sempre chiesto : come mai vengono rifatte continuamente , e continuamente si riaprono negli stessi punti ? A questa domanda , mi rispose un cliente che lavorava nel settore ; praticamente , per un determinato tratto di strada viene fatto un accordo con il comune per il rifacimento di 7 centimetri di asfalto . Ma l’asfalto viene rifatto di 3 centimetri , la ditta risparmia sul materiale , paga la mazzetta al controllore , e si riassicura il lavoro per l’anno a venire e chi controlla si riassicura la mazzetta . Sarà vero ? 8 ) Vi risulta che le città Europee , quando piove si allaghino ogni anno: senza trovare mai una soluzione ? 9 ) Quante manifestazioni ( autorizzate e non autorizzate ) vengono fatte a Roma ? 10 ) I lavori stradali in Europa durano come quelli di Roma ? 11 ) Piste ciclabili assurde , dove non passerà mai nessuno , ma che hanno tolto centinaia di posti auto . 12 ) Strade chiuse per le domeniche a piedi , anche quando piove , strade come via dei Fori Imperiali con marciapiedi enormi . 13 ) Patenti regalate ? 14 ) Gente che gira due ore per trovare un posto in divieto di fermata ( tanto i vigili non ci sono ) , di persone che il sei gennaio pensano di trovare parcheggio a piazza Navona , quando non si riesce ad entrare neanche a piedi ? Nonostante il comune metta anche delle navette gratuite ? Ma, la cosa più assurda è paragonare Roma non solo con città Europee , ma anche con New York , dove ci sono strade a otto corsie , parcheggi multipiano . Quando noi a Roma abbiamo “ Vicolo del buco “ e strade pensate per la viabilità delle carrozze . Ma non c’è problema , adesso la soluzione la troveranno loro “ I PROFESSORI “ già me li immagino : seduti nella loro poltrona che dopo, ore e ore di concentrazione si alzano e dicono “ ho trovato , ho trovato : bisogna dare la doppia licenza “.... Mz ! Ma v........o va .

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog