Cerca

gentile direttore, il decreto "rovina - italia" e' stato firmato dal Presidente Napolitano. c'e' da augurarsi soltanto che le camere scarichino il governo mandino a casa i c.d professori. hanno dato il colpo di grazia e "ucciso" l'avvocatura. quando si obbliga (e sottolineo) il termine obbliga il legale a redigere un preventivo da sottoporre a chi intende conferire l'incarico (di modo - almeno questa parrebbe la ratio sottesa alla norma) si e' completamente fuori da quello che in realta' e' il mondo pratico ed il vivere quotidiano della professione legale. vogliono che l'avvocato (il cui rapporto e' da sempre intuitus personae) si scelga come il falegname, l'imbianchino (professioni rispettabilissime, ci mancherebbe, ma diverse). cosi avremo chi fara' una separazione a duecento euro, chi a trecento euro..... e la qualita' dove la mettiamo? e' cosi' che si tutela il cliente. no. la professione legale e' seria ed i pasticci fatti a danno del cliente (difficilmente la roba che costa poco e' buona e durevole) sono irreparabili. Ma non solo. e il tirocinio previsto all' interno delle universita? completamente fuori della realta! l'avvocato lo si impara solo frequentando studi professionali e aule di tribunale. il resto (e il riferimento va alle universita') non serve. ultima chicca. la possibilita' di far aprire srl ai giovani - pare - ad 1 euro. le srl sono il vero male dell'italia. non rispondono di nulla. intestatarie di barche, yacht e auto di grossa cilindrata hanno tutte i bilanci in perdita ( o quando va bene in pareggio).insegnamo cosi ai giovani a lavorare che risolleviamo l'italia. che il parlamento li mandi a casa, prima che sia troppo tardi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog