Cerca

Egregio Direttore, desidero manifestarLe il mio più sentito apprezzamento per l’intervento da lei tenuto nella puntata del 23 Gennaio alla tramissione “Porta a Porta” in relazione al decreto Monti “Cresci Italia” per la parte riguardante le nuove metodologie di indennizzo dei sinistri RC Auto. Di fatto, le Compagnie Assicuratrici obbligano il cliente/assicurato a rivolgersi presso le carrozzerie convenzionate per le riparazioni del veicolo danneggiato. Qualora invece l’assicurato intenda rivolgersi al proprio carrozziere di fiducia Non Convenzionato, la norma prevede che la liquidazione venga effettuata con una decurtazione secca del 30% rispetto all’importo della prestazione resa. Appare palese come tutto ciò contribuisca ad accrescere in maniera esponenziale il già enorme potere detenuto dalle Compagnie Assicuratrici alle quali, sostanzialmente, viene affidato “per legge” anche il mercato delle autoriparazioni. Sorge spontaneo chiedersi che tipo di liberalizzazione sia mai questa; al contrario, si configura come un ingiusto e pretestuoso atto finalizzato alla creazione di veri e propri network di riparatori. Alla luce di tutto quanto sopra esposto e in considerazione della sensibilità da lei dimostrata nei confronti di tale problema, le chiedo, in qualità di Presidente dell’Associazione fra Carrozzieri della Provincia di Genova, di dar voce e, possibilmente spazio, alle nostre reali e gravose preoccupazioni prima che le nostre aziende si trovino costrette a chiudere definitivamente con pesanti riflessi economici e occupazionali. Certo che comprenderà il nostro attuale gravoso stato d’animo, mi pongo in attesa di un Suo cortese riscontro, rendendomi disponibile per qualsivoglia chiarimento. Ivano Vernazzano Tel 339/8621265

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog