Cerca

DECRETO LEGGE 24/01/2012 N° 1 DISPOSIZIONI URGENTI PER LA CONCORRENZA, ECC. ECC. Egregio Direttore, mi occupo di assicurazioni da oltre 36 di anni e credo pertanto di avere una discreta esperienza in materia. Appena pubblicato il D.L. in oggetto ho voluto leggere quanto disposto al Capo VI del suddetto Decreto Legge. Detto capo è composto dagli articoli dal n° 27 al n° 35 che abbracciano alcuni aspetti del mondo bancario ed assicurativo. In tutti questi articoli vengono fissate delle linee guida che dovranno poi essere sviluppate "con comodo" mediante regolamenti applicativi e/o apposite ulteriori deliberazioni. Fa solo eccezione quanto previsto all'art. 34, di immediata applicazione, che stabilisce oneri assurdi a carico degli intermediari assicurativi (leggi: agenti, sub-agenti, collaboratori, dipendenti) con sanzioni variabili da un minimo di € 50.000,00 ad un massimo di € 100.000,00 per ciascuna infrazione alla legge: segno evidente che chi ha redatto tale D.L. sarà anche un professorone laureato alla Bocconi, ma di assicurazioni non ne capisce un acca! Ovviamente, gli altri articoli che impongono obblighi nei confronti delle banche e/o delle compagnie di assicurazione non prevedono alcun genere di sanzione. COME AL SOLITO, A PAGARE SARANNO SEMPRE E SOLTANTO I PESCI PICCOLI, MENTRE GLI SQUALI DEL MONDO BANCARIO E ASSICURATIVO CONTINUERANNO INDISTURBATI A FARE I LORO PORCI COMODI! POTEVAMO PENSARE DIVERSAMENTE, VISTA LA PROVENIENZA DEI NOSTRI GOVERNANTI? Grazie per l'ospitalità. Alberto Pellizzaro

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog