Cerca

egregio direttore,appartengo alla vasta categoria dei tartassati pensionati ma di tutto ciò che sta accadendo - e ce ne sarebbe da parlare - ciò che non mi va proprio giù è che dopo tutto il clamore( e le promesse) suscitato per gli stipendi dei signori parlamentari,oggi è calato un velo di pietoso silenzio.E' " L'ITALIETTA DELLE BANANE" come giustamente commentava il senatore Giovanni Agnelli.Eppure ritengo che i giornalisti(nella loro autonomia ed imparzialità - ma lo sono ?) che svolgono una funzione pubblica di informazione non dovrebbero demordere dall'affrontare con continuità un argomento così importante sia dal punto di vista economico ma soprattutto dal punto di vista morale considerata l'indigenza del Paese.I parlamentari oggi non fanno neppure politica ma svolgono il semplice e ben retribuito ruolo di yes-men.Come si fa a rendere tra nquillo il popolo quando con 1000 euro(se va bene)bisogna pagare una tonnellata di tasse e imposte ben sapendo che ci sono individui nemmeno scelti direttamente che guadagnano 15000 euro al mese oltre ai benefici di posizione e ad altri redditi di lavoro o rendite varie ? Equità -ma il Sigmor Monti su quale vocabolario ha cercato il significato della parola? Attendiamo giugno...il popolo è bue ma .....attenzione.Cordialità e saluti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog