Cerca

Le case al Colosseo del Ministro Patroni e del deputato Cazzola - a cui basta chiedere al suo amico presidente dell'INPS dimenticando le migliaia di persone in lista di attesa - Viene da chiedersi con quali requisiti reddituali occupavano appartamenti pubblici destinati ad una funzione sociale. Mancando il titolo all' assegnazione ci verrebbe da pensare che non c'è molta differenza con le occupazioni abusive...è solo un pò più pulito il metodo! Mancando il titolo non ci sarebbe nemmeno stata la possibilità di riscatto a prezzi di favore! Inoltre se sono sati effettuati lavori di ristrutturazione (erano addirittura senza il bagno!), ne è stata richiesta autorizzazione all'ente proprietario o trattasi di abusi edilizi? Effettuati tali lavori, ne è stata data comunicazione al Catasto Edilizio per la rivalutazione della rendita catastale? Con la rendita aggiornata ( in conseguenza dei lavori) gli appartamenti ( o tutto l'edificio ) avrebbero certamente assunto la caratteristica di PREGIO (aumentando il prezzo di riscatto), quella che invece è stata negata con la sentenza di una magistratura forse un pò "distratta" ! Ciò che appare ( sottolineo appare) è che si può ottenere una assegnazione senza titolo MA NON ABUSIVA e conseguente riscatto a prezzi stracciati ovviamente di immobili forse degradati ma in zone di pregio e con valore immensamente superiore al valore di riscatto. Tanto ci rimetterebbe solo lo STATO ....entità astratta e lontana dal sentire comune...... Non si è mai sentito di personaggi importanti che hanno riscattato un appartamento a Corviale od al Pilastro o quartiere Zen..... Questo comportamento come si potrebbe configurare.......?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog