Cerca

Gent.mo Direttore, in questi giorni di grande confusione politica la cosa che più mi fa arrabbiare è di non aver sentito il nostro caro Presidente della Repubblica aver speso una parola di rammarico per il danno arrecato alle casse dello stato in 60 anni di malagestione della cosa pubblica da parte della classe politica italiota. Sembra che solo i cittadini siano tutti ladri ed approfittatori ed evasori, mentre se siamo in questa situazione la colpa maggiore è proprio della casta che non ha saputo gestire con onestà e lungimiranza ciò che tutti o quasi abbiamo dato. Il marcio è a Roma ovvero nelle stanze del potere solo una grande sommossa popolare potrà spazzare a tutti i livelli i boiardi sanguisughe.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog