Cerca

Buonasera Direttore, Leggo con piacere il suo giornale, alle volte solo per vedere scritte in bella copia, le mie idee. Mi stavo chiendendo se almeno lei, visto che fà bene il suo mestiere e che tante opinioni ascolta, può dare una risposta a questa mia semplice domanda. Dov'è finita la democrazia ?? Certo è un pò difficile da trovarsi comunque, ma vista da qui sembra proprio scomparsa. La prego non mi faccia anche lei, la predica su Costituzione, democrazia parlamentare, crisi, Euro, U.E. etc etc Parliamo di realtà e cose serie. Cosa diavolo c'entrano con i nostri problemi provvedimenti tipo : lo svuota carceri, la privattizzazione di taxi e farmacie, il decreto Roma capitale, l'età oltre la quale si è sfigati, la nuova legge elettorale, i sondaggi etc etc. ??? Ovvio, non c'entrano nulla !!!! In effetti un precedente ora c'è , ed è quello di capitan coraggio ..... « ....ma è buio !!!» e la nave la si intravede pure ...l'Italia !!!! Ora che naviga in cattive acque ... vorrebbero sì, stare tutti al timone ... ma però per lo stipendio e la fama .... senza nessuna responsabilità di dove andrà a spiaggiare !!! Così quando la priorità sarebbe salvare i «passegeri» , chi la governa cerca solo una scialuppa di salvataggio ... per fuggire .... e salvare certo delle vite ... ma il giorno dopo ....con dichirazioni rese alla stampa ! Forse, come la Costa Concordia, anche l'Italia si arenerà su qualche scoglio di ossuta ostinazione popolare, non colerà a picco scivolando poi lentamente verso il nulla, con turisti a fotografarla e giornalisti a dirci di quanti millimetri si sposta ogni giorno !!! Ma di certo noi passeggeri ora , non abbiamo proprio la sensazione che al timone ci sia un nuovo Cristoforo Colombo. Del resto, per dare occupazione con le privatizzazioni che mette in campo questo governo .... direi che serve una bella bacchetta magica .... e, mi scusi, tanto astringente per chi ascolta. Credere invece che l'eliminazione dell'articolo 18 porti investimenti e posti di lavoro in Italia , è un pò come credere a Babbo Natale ... lo si può fare ... ma solo fino ad una certa età. Il discorso del posto fisso noioso , a ben vedersi, è la stessa frittata mal girata di anni indietro, quando i comunisti proposero di fare meno ore per lavorare tutti .... un pò come dire voi dividete, che avete già avuto troppo ... io nel frattempo magari mi aumento lo stipendio ... possibilmente senza farlo sapere !!! Una semplice maniera per non affrontare MAI il vero problema che è uno solo !!!! La mancanza di posti di lavoro dovuta alla delocalizzazione delle industrie all'estero , e all'immigrazione incontrollata che ha ha alimentato lavoro nero e manodopera meno cara, distruggendo interi settori anche nell'artigianato. Direi che il prossimo passo potrebbe essere la proposta di stampare un milione di euro per cittadino per fare tutti ricchi. Per poi dire che sono tali e aumentare le tasse. Mi scusi sà Direttore, ma io non dubito le credenziali e la serietà di chi ci governa, dubito solo sulla bontà dei suoi provvedimenti, e credo di non essere l'unico. Perchè non si fà, per esempio, quanto segue: - Cassa integrazione e mobilità interamente a carico della ditta che delocalizza o che ha anche lavorazioni all'estero. - Detassazione completa per un certo numero di anni a imprese estere che vogliono produrre in Italia, o a quelle italiane che chiudono all'estero per tornare. - Tassazione dei beni provenienti dall'estero, per la ricostituzione dell'IRI spostando occupazione e spese dello stato da enti inutili, a produzione. Sarebbe tre dei tanti provvedimenti in grado di far crescere occupazione e PIL e sia io che lei sappiamo benissimo perchè non vengono fatti ... senza dovercela raccontare. Pare invece, visto da qui, che parte delle nostre tasse vadano alle imprese italiane che le investono all'estero, dando sì occupazione ma non proprio ad Italiani. Sà di questi tempi populismo al pari di razzismo (hai tempi degli sbarchi !!) è un'altra parola con cui bloccare il pensiero di chi paga le tasse , assegnando colpe e pretendendo continui esami di coscenza di chi l'ha sempre avuta a posto !!! Ora di tutto avremmo bisogno (in primis certo di elezioni), ma di sicuro le liti di palazzo e di alleanza hanno solo due spiegazioni possibili ... o non stiamo andando così male e la crisi è stato un pretesto per aumentar tasse ... o chi dovrebbe governarci passa il tempo a litigarsi la poltrona. E' per questo sà Direttore che io vorrei , e credo tanti altri, al timone capitan Silvio Berlusconi, perchè è l'unico che attualmente, può far navigare l'Italia, al di fuori dei 150 metri dalla costa. Vorrei però che tornasse, senza dover sentir l'urlo dei milioni di Capitan De Falco ...lo ricorda ??? .... «torni a bordo .....!!!» La ringrazio per la lettura porgendole Cordiali saluti Fabrizio D

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog