Cerca

Quale assiduo lettore del Vs. quotidiano " Libero" mi rivolgo a Voi, per esprimere il mio disappunto e la mia più viva indignazione per talune incomprensibili posizioni espresse a favore della RAI,nel corso dell'odierno programma " DOMENICA IN ". Com'é possibile, in questa fase di lunga e grave crisi economica che sta portando milioni di famiglie in una condizione di forti indigenza e povertà difendere,come sostenuto dai Sindaci,cantanti e altri ospiti del programma, la sconcertante e disinvolta decisione della ns. azienda pubblica di corrispondere lo scandaloso,esorbitante compenso al DIO dei cantanti per la sua partecipazione all'imminente Festival di San Remo. Ho letto che verranno corrisposti 300 mila Euro per una serata e 750 mila Euro per tutte e tre le serate previste.Dunque il Sig.Celentano,per 2-3 ore di presenza in RAI,ore di spasso e di personale pubblicità attraverso la ns. azienda, sostenuta e finanziata dai contribuenti col canone TV e altre forme di imposizione,incasserà una somma ( non l'ha capito nessuno ) pari a 20 anni di ,talvolta duro ed estenuante , lavoro di un comune salariato. Ma siamo impazziti? Com'é possibile che questi illustri difensori non si rendano conto che la Belle Epoque e il Tempo delle Vacche grasse sono finiti e che non sono consentiti ancora tali assurdi sprechi di denaro pubblico? A cosa serve la lotta in corso per il taglio dei costi della politica,di sprechi e compensi manager pubblici e di tanti altri rigagnoli? Altra discutibile scelta, questa del Dio Celentano, é quella di elargire la somma di 500.000 Euro a favore di una ventina di famiglie residenti nei Comuni di Milano-Padova-Roma e Napoli. Ma che senso ha questa offerta ? Come mai nessuno dei quattro Sindaci intervistati si é reso conto delle notevoli difficoltà da affrontare per la scelta e l'individuazione di 4-5 famiglie ,cui assegnare l'elargizione, a fronte di migliaia di famiglie di poveri e fortemente diseredati e,quindi,dei grossi rischi di errori e discriminazioni che gli stessi corrono ? E' pura e semplice demagogia o sbaglio ? Concludo esprimendo stima e ammirazione alla Senatrice Adriana Poli Bortone,per i Suoi saggi,autorevoli interventi di critica e condanna della discutibile e indifendiile scelta della Rai.Grazie-Luigi Vittorio Musca - lvmusca@libero.it Dottor Maurizio Belpietro, per cortesia non mi mandi a quel Paese come avvenuto nei primi mesi del 2010 per l'assurda questione TARSU.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog