Cerca

Caro direttore,grazie per la possibilita' che mi date per esprimere le mieopinioni.Io sono un agente di commercio da 22 anni e ho circa 2400 clienti,quasi tutte piccole e medie imprese;quindi credo di conoscere abbastanza bene le difficolta' e i pensieri dei miei clienti.Quello che manca in Italia e che la stragrande maggioranza della gente che lavora vuole,è un po piu di rispetto per chi lavora(non per chi ha il posto di lavoro).Io vedo gente che si alza alle 5 fa lavori gravosi,va a mungere le vacche,altri che si alzano alle 2 per guidare il camion di notte e non disturbare gli altri,chi va nel bosco a -15,e chi va in fonderia a +40.Questa è la gente che manda avanti l'Italia.Pero'non ce la fanno piu,e moralmente vedere che chi ha un lavoro privilegiato come lo statale e non va a lavorare ma si fa timbrare il cartellino da altri viene voglia di prendere il fucile.Ma quel che è peggio è che chi controlla non prende nessun provvedimento,e anche nei suoi confronti non viene fatto niente.Ma io vorrei sapere se come recita la pubblicità della agenzia delle entrate noi dobbiamo lavorare sempre di più per pagare i servizi pubblici migliori e vedere queste cose(quindi il camionista,l'artigiano,il commerciante devono lavorare di più per permettere agli altri di poter lavorare in ufficio a 22°,36 ore settimanali,e magari se nevica stare a casa).Io vorrei dire che il vero parassita;oltre all'evasore fiscale è ancora peggio chi ha un lavoro pubblico e non produce niente,perche' almeno l'evasore vive del suo lavoro,lo statale che non fa niente vive alle spalle della societa'.Io se domani non riesco più a vendere mi devo cercare un altro lavoro e andrei tranquillamente a fare un lavoro che Voi lo considerate umile,perche per me' ogni lavoro è più che dignitoso(anche se gli italiani vogliono solo fare i ricercatori,profess.ingegneri ecc.)Possibile che ci sia gente in cassa integrazione da anni?lei andrebbe a lavorare se prendesse 1000 €.al mese a stare a casa?Questi non sono forse dei parassiti?io e i miei clienti non ci sentiamo piu'rappresentati dalla classe politica,è troppo distante,non sanno più cosa vuol dire lavorare.Io sogno un presidente che vada nel ufficio di roma dove sono andate le iene e licenziasse tutti i dipendenti o quasi,compreso i controllori;sogno un ministro dell'agricoltura che vada anche solo 2 gg.a mungere le vacche o a raccogliere l'uva;un ministro dei trasporti che vada 2 gg.con i camionisti partendo alle 2 di notte,un ministro dell'industria che vada 2 gg.a lavorare in fabbrica il turno di notte,e invece niente,solo tanti bla..bla..daltronde loro hanno studiato,io che sono ignorante lo potri fare ma loro no...Siamo destinati al fallimento perchè ormai chi produce ricchezza èsempre più in minoranza a vantaggio di chi è troppo tutelato o assistito.Ma gli esuberi del pubblico impiego non si potrebbero mandare a raccogliere le olive o mele o fare altri lavori che fanno gli extra comunitari?Solo io o i dipendenti dei miei clienti dovrebbero adattarsi a farlo?Buona Serata piU' avanti vi racconterò qualche bel aneddoto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog