Cerca

Caro direttore le scrivo solo per un mio sfogo personale .Ho 63 anni. 18 mesi fà l'azienda dove lavoravo ha chiuso per grossi motivi economici e per un anno ho percepito la disoccupazione.Il mio problema,non è stato prendere solo un anno di disoccupazione,ma di non poter più trovare lavoro.Premetto,che non mi piace percepire i soldi della comunità e non far niente.Non lo trovo giusto,tanto è vero che essendo andato anche in comune a chiedere un aiuto,che non è stato possibile,ho detto al sindaco, che visto percepivo dei soldi dallo stato non potevo essere impegnato almeno in quel periodo a dare una amano al comune.Visto che mancano sempre persone e l'aziende non hanno soldi per assumere.Ma chiaramente questo in una nazione come la nostra,non è possibile.Comunque quello che volevo chiedere è che nessuno in questo cavolo di stato a partire dal Presidente della repubblica menzionino tutte quelle persone come me,che perso il lavoro siamo solo dei fantasmi.Qui ci si preoccupa dei lavoratori Fiat,Fincantieri ,dei giovani.Ma noi non siamo stati cittadini italiani che abbiamo sempre pagato le nostre care tasse? come facciamo ad aspettare fra tre anni la pensione? Qui dove abito ,in una grande azienda,i sindacati si stanno dando da fare per far percepire la indennità di mobilità,finchè i lavoratori della mia età arrivino alla pensione.Ma quelli come me che hanno avuto la sfortuna de lavorare nel piccolo privato', come facciamo che nessuno ci vuole' Lo sa questo Monti.il Ministro Fornero' Lo sanno che esistiamo pure noi' come ci arriviamo,con solo lo stipendio di mia moglie di 900.00€ mensili? Sa caro Direttore la cosa che mi fa più male? E'che l'esperienza accumulata non è servita a niente.Quando ho iniziato a lavorare,vendevo automobili,il grande titolare di allora mi disse ,adesso ti affianchi a d un venditore con i capelli bianchi.Bianchi inteso come esperto.Oggi,non valgo più niente e devo sentire parlare solo di disoccupazione giovanile.Un ultima cosa e poi la lascio ,anche avrei tante cose da dire,la smettessero di dare dati falsi sulla disoccupazione dai 15 ai 25 anni.In questa fascia di età i ragazzi finiscono le superiori,e fanno l 'università.Anche a mia figlia l'hanno fatta segnare al centro per l'impiego tre anni fà,ma di fatto tranne l'estate scorsa, che per necessità è dovuta andare a lavorare due mesi,altrimenti studia.Perciò la smettessero di diffondere dati falsi.Grazie per la cortese attenzione e buon lavoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog