Cerca

Caro direttore, circa la vicenda dei fondi dell’ estinto partito Margherita che il tesoriere ha messo nelle proprie tasche sottraendoli a noi tutti, mi viene spontaneo fare delle riflessioni. Forse è la prima volta che lo stesso tesoriere ha ammesso di aver sottratto ben 13 milioni di Euro per propri e personali investimenti. Inoltre è inaudito sapere che la dirigenza del partito abbia certifcato la regolarità dei conti ed approvato il bilancio senza chiedere documentazioni sull’ utilizzo delle ingenti somme di denaro ricevute dallo Stato. Nel merito è dovuto intervenire la Banca d’ Italia… Intanto Rutelli, in una trasmissione televisiva, ha ammesso con candore e semplicità di essere stato “fregato” dal tesoriere di cui aveva immensa fiducia. Comunque è amaro osservare che, nella nostra classe politica, oltre ad esserci “corrotti e profittatori” – e lo sapevamo già- vi siano anche degli “sprovveduti” che, pur non mettendo niente nelle proprie tasche, si facciano molto facilmente “fregare”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog