Cerca

Gent.mo direttore le faccio i miei complimenti per il suo ottimo quotidiano. In clima di “miseria” e che si taglia di tutto, anche pochi euro ai poveri e ai pensionati, vorrei segnalare uno scandalo che fino adesso nessuno ha trattato. Lo scandalo in oggetto è “l’elargizione a vita” dei viaggi gratis sui treni delle Ferrovie dello Stato. Come Lei saprà, da tempi remoti, i dipendenti delle ferrovie usufruivano di viaggi gratis sull’intera rete nazionale, per loro e per i familiari a carico. Questo fa in modo che tali dipendenti ed ex dipendenti, unitamente ai loro familiari, possono scorazzare a carico della collettività, in lungo e in largo per la nostra penisola completamente e vergognosamente gratis. Se la cosa al tempo delle vacche grasse poteva anche essere tollerato, adesso che le ferrovie non hanno neanche i soldi per fare ordinaria manutenzione e chiedono continui aumenti dei biglietti, non sarebbe il caso di eliminare tali privilegi scandalosi? Ci sono migliaia e migliaia di dipendenti ed ex dipendenti che usufruiscono di tale scandaloso privilegio per loro e per i familiare da decenni, mentre l’azienda piange miseria, aumenta continuamente i titoli di viaggio offrendo servizi sempre più scadenti. Possibile che i vari luminari autori dei decreti salva Italia non hanno messo fine a questi scandali? Sarei contento vedere trattato l’argomento in oggetto con un bell’articolo sul Suo autorevole giornale. Un grazie di cuore Pendolare arrabbiato

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog