Cerca

Egregio Direttore Libero Maurizio Belpietro Dopo una settimana di astinenza al nostro giornale Libero (in India per un progetto di consulenza) finalmente arrivo all’aeroporto di Milano Malpensa e corro a prendere il quotidiano che fa parte della mia vita e tra le varie notizie, sicuramente non allegre, leggo la lettera di un lettore in particolare che parla delle nevicate a Sud dell’’Italia, sulla quale il Sud ne approfitta per chiedere la calamità ad ogni piè sospinto. A dire il vero la tal cosa da fastidio anche a me di origine meridionale, però questa volta devo difendere il SUD Italia per l’abbondante nevicata al Centro e non al SUD. La lettera del sig. Pirola accusa il Sud Italia di approfittarne tanto paga Pantalone, Questo signore forse non sa che nel Sud dell’Italia ha sempre nevicato abbondantemente e mai nessuno si è lamentato. Io sono nato sulle colline della Daunia di fronte al Gargano(vivo ormai d 55 anni a Torino) e ricordo cadevano metri di neve. A Capracotta ad esempio provincia di Campobasso, ricordo che tutti gli anni cadevano dai sete agli otto metri di neve tutti gli anni. Uscivano dalle case sempre dal primo o secondo piano con gli sci e mai nessuno si lamentava. A Castel di Sangro arrivava tanta ma tanta neve che facevano dei veri TUNNEL tipo STRADE e tiravano con i fili della luce con lampadine per illuminare e la vita continuava sotto la neve. Questo quasi tutti gli anni e nessuno si lamentava. Ora non è che le televisioni strumentalizzano tutto ciò che è sempre successo? A me pare proprio di si. Ma allora la neve è sempre caduta abbondante e se la spalavano tirandosi su le maniche tutti, senza tante storie come ne fanno ora. Cordialmente D. Cipriano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog