Cerca

«I liberisti hanno fallito ora tocca a noi». Così Camila Vallejo leader cilena degli studenti diventata uno dei simboli mondiali degli “indignati” contro le politiche neoliberiste. Ecco che fa dire l'incompetenza. Infatti, il liberismo classico riguarda la raccolta di denaro necessario per costituire le aziende e farle funzionare, il che significa dare lavoro e spargere benessere. Quello attuale, invece, è solo enorme speculazione fine a sé stessa che nulla o ben poco ha a che fare con la produzione industriale e i commerci. Se Camila, studentessa di geografia, guardasse bene il mappamondo e vedesse le zone dove la povertà è endemica, si renderebbe conto che là è passato il comunismo, quello che lei va propugnando e che farebbe cadere tantissime famiglie dalla padella alla brace. Per sanare lentamente questa grave situazione incombente bisognerebbe partire dal divieto internazionale alle banche di fare giochi finanziari così altamente speculativi e riportarle nel loro aleveo, concedere prestiti e finanziamenti. Basta con la creatività finanziaria utile a pochi e così aleatoria e dannosa per tutto il pianeta. Cordialmente giulio rossi valdisole milano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog