Cerca

caro direttore, perchè preoccuparci di chi, imprenditore, si trasferisce a Lugano pur di non pagare tasse? Si tratta di parassiti, che dallo stato pretendono, senza dare nulla. Per pretendere bisogna prima dare, non trarre vantaggio dall'essere governati da furfanti e perdere così ogni potere di vera critica. E poi un pò di dignità: trasferirsi nello stato canaglia per eccellenza ed aiutarlo a riciclare il bottino. Cosa sarebbe la Svizzera senza il denaro della delinquenza (fiscale e non)? Sarebbe cosa buona non farli più rientrare in Italia come persone non desiderate. Credo che senza di loro anche il rapporto con la forza lavoro migliorerebbe. Il profitto è alla base di qualsiasi azienda, e questo chi lavora lo capisce e lo accetta. Quello che non accetta è che questo profitto non venga investito nell'azienda, ma vada a rimpinguare (in toto) le casse private degli azionisti e degli stati canaglia. E hanno ragione. Anche se non piace, questa è la realtà. Dai suoi ultimi articoli mi par di capire che non condivide le mie opinioni, ma sono certo del suo rispetto. con stima Aldo Cerruti (anche se non sembra non sono un "grillino" : sono solo un "venditore ambulante" che rispetta la fortuna che ha avuto)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog