Cerca

quanto mi manca Pippo Baudo

Caro Belpietro un Sanremo così assurdo, noioso, sfruttato da un farneticante predicatore che si è impossessato con la complicità di un manipolo di personaggi ben pagati non si era ancora visto. Forse sarebbe bene definirlo il Festival delle caz...... Da grande fan di Adriano quale sono stato per decenni devo subire una profonda delusione nel vedere il tracollo intellettuale di Celentano talmente pieno di se da non accorgersi di essere diventato patetico. Un Festival delle parole e non delle canzoni con una visibilità mondiale che farà di nuovo sorridere e compatire una nazione già sufficientemente sbefeggiata. Assurdo che alcuni concorrenti debbano esibirsi ben oltre mezzanotte e quindi non ascoltati da molti spettatori, come me, che ad un certo punto devastati dalla noia e dalle stravaganti fantasie dell'ex capoclan hanno preferito un necessario relax in un caldo letto. Tutto con i nostri soldi!!!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog