Cerca

Sono diventata una criminale e il mio delitto è esistere!

Vi scrive una cittadina Albanese di 27 anni. So che siete immersi di lavoro, e anzi mi congratulo perchè mi sveglio leggendo il vostro giornale ogni mattina e svolgete un lavoro impeccabile. La pregherei di pubblicare questa lettere sul Suo giornale, perchè ho un disperato bisogno di risolvere il mio problema che è quello di molti e nonostante tutti i miei sforzi sono ancora una clandestina, non ho il diritto di esistere in questo paese. Ho pagato avvocati, ho fatto ricorsi, ho provato di tutto ma tutto un vicolo ciecco. Qualcuno mi dirà, tornatene a casa tua, ma casa mia è qui. Qui ho costruito la mia vita, i miei affetti, i miei posti preferiti, i miei profumi preferiti, qui mi sveglio e mi sento a casa mia.Perchè devo andarmene da casa mia??? Sono stati è continuano ad essere quasi due anni di stress psicologico e fisico importante, non c’e giorno in cui io non pensi a cosa fare, a come uscire da questa situazione di clandestinità, ma non trovo via di uscita.Poi è arrivato il governo Monti, e un filo di speranza si è acceso in me, vedete io non voglio essere clandestina, ho una laurea, conosco tre lingue, mi ritengo una persona abbastanza in gamba, ma sono bloccata, sono come in trappola. Dopo le prime affermazioni, di dare una seconda possibilità a chi ha perso il permesso di soggiorno anche solo perche non rientravano nei termini di reddito. Io mi sentivo quasi Italiana non avrei mai pensato di predere il permesso di soggiorno, non credevo neanche di averne bisogno. Poi mi dicono che nonostante mi manchassero 2 esami per laurearmi, non potevano rinnovarmi il permesso perchè fuori dai termini!Io non sapevo neanche che c’era questo termine, studiare e mantenersi da soli è dificile, si trova un compromesso e si cerca di mandare avanti tutte e due le cose. Rivolgo un appello al Presidente della Repubblica, al Primo Ministro Monti, al Ministro Cancellieri , vi prego dateci un opportunità, abbiamo bisogno solo di un opportunità per regolarizzarci, per non sentirci piu dei criminali, per dare un contributo alla societa e per vivere liberi e con dignità nel paese in cui abbiamo scelto di vivere.Siamo piu di 500 mila, e stiamo vivendo un disagio fisico e psicologico molto grave, vi prego dateci un opportunità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog