Cerca

Lettera aperta al Presidente Monti e Ministro Fornero

Lettera aperta al Presidente Monti e Ministro Fornero Gent. Presidente Monti e Ministro Fornero, ho 46 anni, e ho sempre cercato un lavoro. Per questo motivo, ho fatto di tutto! Ho iniziato come trimestrale, per fare poi lavori di segreteria, di promozione, ecc. e ieri, sono andata a farmi fare l’estratto previdenziale. Ho avuto una delusione profonda, perché ho scoperto che non solo ho lavorato molto, prendendo delle retribuzioni scarse… Ma fissare il foglio, leggendo che l’ammontare della mia pensione corrisponde a €47,8081 è stato scioccante!!! Certo, dovevo immaginarlo… Ma, questo è quello che lo Stato, mi riconosce. Dovrei prendermela con chi ha sfruttato la situazione dei famosi contratti a progetto? Visualizzabili nella gestione separata… Oh, no. Anzi, li ringrazio perché per lo meno mi hanno fatto lavorare e guadagnare quei pochi soldi. Io, me la prendo con lo Stato, con il Governo che ha permesso una simile situazione! Lo Stato richiede che ci siano cittadini probi ed onesti e perennemente tassabili. Ma, a me, lo Stato che cosa mi ha dato? Niente! A 46 anni, sono completamente fuori da qualsiasi forma di aiuto. Questa è la realtà. In più non conosco nessuno, che mi possa aiutare. E come me, tanti. Certo, se sopravviverò, prenderò la pensione sociale, che di certo sarà molto più ricca, di quella mia lavorativa… Ma, io voglio lavorare, non voglio stare a casa senza fare niente. Non ho i fondi iniziali per creare una qualsiasi cosa. Non ho niente… E, quanti miei coetanei, si ritrovano in questa miserevole condizione?!? Sentire anche che cambiare lavoro è intellettualmente gratificante. Bene. Ma, non ne ho nemmeno uno, di lavoro! Offritemeli, ed anch’io, stando bene a livello economico, diffonderò questa lieta novella a tutti. Non facciamo demagogia, sulle speranze e sulla vita della gente! Questo, perché chi ha sempre avuto tutto (leggi: lavoro. N.d.R.), non concepisce e comprende a livello mentale, situazioni diverse da quelle che ha vissuto, perché sconosciute a livello emozionale!!! E’ di questo, che il nostro governo tecnico, dovrebbe venire a conoscenza… E, noi popolo siamo numericamente di più, di quelli che stanno economicamente e lavorativamente bene. E, forse, per questo siamo facilmente sostituibili… Scusate lo sfogo… Sopravvivo grazie ai miei genitori, che mi aiutano. Ma, non sarà sempre così, perché non sono eterni… E, dopo??? Non oso, pensarci! E nel frattempo, continuerò a lavorare per guadagnarmi la “strozza “!!! Cassandra

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog