Cerca

notav BELPIETRO A POMERIGGIO CINQUE

Caro direttore a seguito della sua intervista a pomeriggio cinque esattamente poco fa , volevo dirle che appoggio seriamente quello che ha detto. Possono 500 persone (o siano 1000) decidere per il resto dell'Italia che forse accetta o almeno non disdegna questo slancio verso il futuro o almeno possibile vicinanza all'Europa? possiamo noi considerare la cosa come positiva visto che permetterà di raggiungere altre destinazioni per altre vie?e chi abita proprio nelle vicinanze dei binari di una ferrovia, ormai abituato a quello che questa vicinanza può comportare, cosa deve dire?accetta o trasloca? o se ne fa l'abitudine. Ogni luogo ha la sua unicità, la sua particolarità ma da quando esiste la strada ferrata è sempre stato così, con dispiacere, ma è grazie a questa che milioni di persone possono spostarsi e magari andare a lavorare e tornare a casa. Se questo progetto è stato valutato più volte non vedo perchè debbano ancora avvenire questi episodi violenti contro chi deve difendere e non può reagire.. pecorella , pecorella... ma stiamo scherzando? chi lavora per la difesa, è un essere umano, è un UOMO, e nessuno ha il diritto di essere isnsultato in quel modo. Quella ripresa mi ha fatto venire una rabbia, io odio chi permette che queste cose avvengano, nessuno ha il diritto di insultare il prossimo. Poi chi si vuole far male da solo, chi si vuole buttare giù da un traliccio.. scusate, ma si commenta da solo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog