Cerca

Storia uscita dal libro cuore

Egregio direttore Sono mamma di sei figli e nonna di 11 nipoti. Il mio ultimo figlio "Giovanni" ha 14 anni e' un bimbo down cieco ventesimista. Giovanni frequenta la scuola media ed abbiamo deciso di fargli frequentare per 21 ore onde evitare problemi con l'amministrazione comunale. Il preside aveva compreso la necessita' della compresenza ma il comune e' rimasto fermo sulle sue posizioni Abbiamo comunque trovato la comprensione di una funzionaria della provincia che tramite un progetto ci ha dato delle ore pomeridiane per poter attuare il lavoro proposto dalla lega del filo d'oro. Le scrivo perche' desideravo vedere con lei cosa sia possibile fare per rendere piu' visibile cio' che di meraviglioso accade nella scuola di Giovanni. Si parla sempre in negativo,si sentono sempre fatti pesanti di bullismo o altro e a volte sarebbe necessario mettere il punto su cio' che accade di bello. Giovanni e' letteralmente circondato da ragazzini e ragazzine che lo accolgono lo aiutano e lo riempiono di attenzioni. Filippo ,il grande amico 'ha forse dato il LA Lui con semplicita' dando un'amicizia sincera a Giovanni ha forse suscitato il desiderio anche negli altri di conoscere meglio Giovanni. E' commovente vederli accompagnare Giovanni all'uscita della scuola. Gli adulti che vedono sono meravigliati,le stesse insegnanti dicono di non aver mai assistito ad un fatto simile. Un'insegnante di sostegno vedendo la scena ha esclamato "bisognerebbe dare un premio!!!" Raccontare non rende ma certamente sarebbe bello render pubblico questo avvenimento. Ieri alle ceneri ,in chiesa,c'erano quasi tutti i ragazzi della classe di Giovanni perche' si erano dati appuntamento per vedersi ,lo strano era che oltre loro c'erano pochissimi ragazzi delle altre classi . Noi siamo stati quasi costretti ad andare perche' tutti aspettavano Giovanni anche se poi andavamo al duomo di Milanoper la messa in suffragio di don Giussani. Filippo sapendo che andavamo a Milano e' voluto venire con noi ed era felice. Giovanni e' stato salutato dal cardinale che ha chiesto poi il nome al suo amico. Nel duomo questa presenza non e' passata in sordina e Filippo mi ha domandato come mai tutti gli dicessero che era bravo. In poche parole volevo chiederle se si poteva dedicare qualche cosa a questi ragazzi che sembrano usciti dal libro cuore. (le mando il tema che Filippo ha eseguito in classe..Su consiglio poi dell'insegnante Filippo con il papa' ha fatto un collage con anche delle foto e ci ha regalato la stampa)(Giovanni frequenta la scuola statale del paese ) Ci terrei particolarmente che tutto cio' sia reso pubblico anche per mostrare che nella vita avvengono anche quotidianamente dei miracoli. Grazie Tiziana (non riesco ad allegare il file )

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog