Cerca

libero pensiero Mughini

Signor Direttore, buona sera, stante l'ora,vorrei fare una riflessione sull'articolo del Signor Mughini, quando analizzando alcune sue esperienze di querelait professionale, dico Io, alla fine del discorso anzi del suo articolo dice rivolgendosi a chi usa parole che sconvolgono il suo Io personale che andrà ad aspettarle dietro la porta piuttosto che fare querela. Traspare a mio parere l'arroganza e modi mafiosi di parlare e scrivere, ecco da dove escono fuori i termini di apatia nei confronti di questo giornalista che dagli spunti di vita quotidiana applica quel giornalismo di assalto che merita tutti quanti gli aggettivi a suo carico. Essere forbiti semplici e magari umani sono modi del passato, approfittare dello scrivere ti fa sentire potente ma se un potente uno che può permettersi di quelerarti tu lo aspetti sotto casa dicendo dopo che fai il tuo mestiere ma se ci andassi Io. invece da questo giornalista antipatico incoerente qualunquista amico dei potenti vedi Zebre e animali in bianco e nero, mi direbbero a titoli cubitali tifoso assale Mughini noto giornalista e apprezzato tifoso maestro di vita giornalistica ................

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog