Cerca

Riflessione semiseria sul chiamarlo..."QUID".

Riflessione semiseria sul chiamarlo “QUID”. Stamane, leggendo il titolo di un quotidiano e trovandolo alquanto particolare e nel contempo ambiguo e sibillino nella sua fantasiosa impostazione (senza addentrarmi pertanto nel significato politico voluto dall’editorialista) devo dire di essere rimasto piacevolmente sorpreso nel sentire che “ALFANO TIRA FUORI IL QUID”… Cos’era, un ordine, una voluttà del sesso contorto alla Annunziata, una speranza tutta al femminile data la concomitante festa della donna ? Mah. Prevalendo in me come sempre, il senso ironico delle cose, giuro che in tante primavere passate sulla Madre Terra, non l’ho mai chiamato “QUID “….. nel tirarlo fuori.. Mi si obbietterà forse se con tutti i problemi che ci ha comportato (e ci comporta) l’avvento di un governo tecnico al komando del “tassator – sobrio cortese”, se era il caso di parlare di un “QUID” trattato in tal maniera; ma se la vita non viene vissuta col dovuto sarcasmo, mi volete dire voi, come si fa a viverla fino in fondo, dato il marciume socio - politico a cui siamo stati e siamo tutt’ora assoggettati ? Detto il dovuto, che pena mi faccio pensando all’oggi anagrafico ormai vicino al traguardo degli ottant’anni ( e con me l’uomo dell’ermo colle !), se fossi stato io al posto di Alfano; ogni volta che lo tiro fuori,constatati i miserrimi risultati , non dovrei chiamarlo più coerentemente…… DE CUIUS ? ? lapolide.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog