Cerca

Esodati IBM

Esistiamo anche noi. Qui sotto la mail che noi, esodati della IBM, stiamo inviando quotidianamente al governo, a vari politici ed organizzazioni sindacali... --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Gentili Onorevoli, Vi esponiamo con la presente la particolare situazione che noi esodati IBM (circa 100 persone) stiamo vivendo a seguito della nuova riforma previdenziale varata dal Governo Monti. Perché tale situazione sia il più chiara possibile, è necessario sapere che i dipendenti IBM usufruiscono, pagando una quota annuale, della Cassa di Assistenza Dipendenti Gruppo IBM (nel seguito “CADGI”), che dà diritto al rimborso parziale delle spese mediche e il cui regolamento prevede che detti dipendenti possono continuare ad usufruire della stessa, anche in qualità di pensionati, a condizione che non vi sia soluzione di continuità tra attività lavorativa e maturazione del requisito pensionistico. In dipendenza di tale condizione, gli accordi individuali di incentivo all'esodo, sottoscritti da noi esodati IBM che alla data di detti accordi non avevamo ancora maturato i requisiti pensionistici, prevedono che il dipendente sia posto in aspettativa non retribuita e non contribuita per il periodo di tempo mancante al raggiungimento del requisito pensionistico. Riportiamo, a solo titolo di esempio, un caso: - ultimo giorno di presenza in azienda 15 maggio 2010, (dopo tale data il tesserino personale (badge) è stato smagnetizzato e quindi precluso l'accesso in azienda); - in data 30 Aprile 2010 sottoscrizione del "Verbale di Conciliazione in Sede Sindacale", presso Associazione di Confindustria e alla presenza dei rappresentanti sindacali, in cui è riportata quale durata del periodo di aspettativa non retribuita "16 maggio 2010-31 Maggio 2012" e quale data di cessazione definitiva del rapporto di lavoro "31 Maggio 2012"; - la data di cessazione del rapporto di lavoro indicata è quella in cui si sarebbe maturato il requisito pensionistico di vecchiaia (compimento 60 anni). Dal 1 Giugno 2013 inizio erogazione della pensione, sulla base delle previgenti norme previdenziali. Il periodo di aspettativa non retribuita ha costituito, quindi, unicamente il tecnicismo mediante il quale noi esodati IBM, una volta posti in quiescenza, avremmo mantenuto il diritto di continuare ad usufruire del CADGI. In assenza di tale esigenza e, quindi, dell’applicazione del tecnicismo di cui sopra (periodo di aspettativa non retribuita e non contribuita), tutti noi avremmo potuto usufruire della apposita clausola di salvaguardia per gli esodati prevista nel Milleproroghe, avendo concluso il rapporto di lavoro ben prima del 31/12/2011. Per quanto sopra, noi esodati IBM riteniamo e quindi Vi chiediamo che, con riguardo alla nostra particolare situazione, sia ritenuta valida, quale data di conclusione del rapporto di lavoro, quella di sottoscrizione dell'accordo di esodo incentivato. Nel ringraziare per l'attenzione, auspichiamo che, in ragione di quanto sopra e dell’equità che il Governo Monti ha più volte richiamato quale principio ispiratore delle riforme, da parte delle istituzioni tutte sia preso l' impegno a risolvere questa nostra incresciosa situazione, evitando così che a causa delle nuove norme previdenziali le nostre famiglie si trovino per anni senza stipendio e senza pensione e, per effetto dei mutati requisiti pensionistici, senza il diritto di continuare ad usufruire del CADGI. Infine, una riflessione: al momento, purtroppo, abbiamo la frustrazione di sentirci cittadini di serie B, dimenticati dal Governo e dai partiti ma, soprattutto, a rischio di essere privati sia di quella dignità a cui ogni cittadino di un paese civile ha diritto che di un ruolo sociale dopo che, per una intera vita, ognuno nel suo ruolo all'interno di una grande azienda, patrimonio anche italiano, abbiamo sempre contribuito onestamente alla crescita della nostra nazione sia con il lavoro che con le tasse pagate fino all'ultimo centesimo. Grazie anticipate per tutto quanto vorrete fare. Cordialmente. A nome degli esodati IBM, Luigi Auguadro Stefano Baglioni Roberto Barbon Natale Beretta Danilo Beriotto Enrico Bianchi Enzo Bonalume Stefano Brusadelli Saverio Michele Calorio Gabriele Casiraghi Roberto Fiabane Ezio Intropido Paolo Paletti Roberto Pasqui Roberto Perreca Maria Grazia Romano Francesco Sarzana Maurizio Tosoni Gian Guido Tozz

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog