Cerca

a proposito dei rim,borsi elettorali ai partiti

Apprendo sempre di più che nelle casseforti dei partiti, di tutti i partiti, giacciono milioni e milioni di euro avuti dal governo con la causale "rimborsi elettorali". Vorrei conoscere una definizione migliore della parola "rimborso" considerando che i vari dizionari consultati recitano che il rimborso si effettua dietro e a seguito di un pagamento avvenuto o di una prestazione effettuata a qualcuno che ha anticipato delle spese per conto di chi effettuerà il rimborso. Il rimborso dovrà avvenire a presentazione fattura dei beni o delle somme spese, fattura che dovrà riportare tutti i dati fiscali di riferimento. Non mi sembra che i rimborsi elettorali ai partiti seguano questa trafila, lo stato "regala" ai partiti ingenti somme di denaro senza chiederne alcuna pezza giustificativa, non solo, se i partiti hanno cento e ne spendono dieci, la differenza non viene restituita, essa finisce nelle casse dei partiti per essere, in molti casi, distratta e impiegata per motivi personali, vedi il caso attuale dell'ex responsabile amministrativo della Margherita, ed altri casi meno eclatanti. Perchè il governo non chiede come e dove vanno a finire i grossi rimborsi che elargisce con i nostri soldi? Il governo deve farsi restituire dai partiti le residue somme che non sono state spese per fini elettorali, somme che potrebbero essere impiegate meglio e per chi ne ha veramente bisogno!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog