Cerca

TAV & Bergamo-Milano

Caro direttore, in passato sono sempre stato un sostenitore della necessita' delle grandi opere, ma mi sto convincendo che e' il caso di ripensare lo sviluppo del paese mettendo come primo punto all'ordine del giorno la ricostituzione interna dell'ordine, dell'efficienza e della pulizia del sistema Italia nel suo complesso, prima di cercare di connetterlo ad altri sistemi con opere costose e controverse. Si guardi sul L'eco di Bergamo in che stato versano i treni che portano i pendolari tutte le mattine a Milano. Pesonalmente anni fa ho deciso di non accettare piu' di vergognarmi tutte le mattine e ora vado al lavoro in aereo. Ma visto che non tutti hanno questa "fortuna" le chiedo di far spendere un po' di tempo ai suoi collaboratori e mettere sulla suo giornale una serie di articoli che dicano veramente come deve essere un paese di cui non ci si debba vergognare e identifichi una serie di misure su cui tutti gli italiani possano accordarsi. Li mandi a fotografare le stazioni tedesche: Berlino, Monaco, Francoforte, pure quella di Rostock e' milioni di volte meglio di quella di Bergamo. Lo chiedo a lei, perche' la classe politica e' chiaramente troppo occupata a discutere del sesso degli angeli e di come imboscarsi quel che rimane dei risparmi degli italiani. Di seguito le aggiungo il commento della lettrice dell'Eco Di Bergamo. «Sono una pendolare che viaggia ogni giorno, come tanti, da Bergamo a Milano per lavoro. Sono abituata, ormai, ai treni freddi (d'inverno) e bollenti (d'estate), ai sedili sporchi e a tutte le situazioni che voi aiutate a testimoniare dando voce alle proteste di tanti pendolari». «Ma il treno rattoppato ancora non mi era mai capitato. Ve ne allego una fotografia scattata dal mio cellulare questa mattina, sul treno delle 8.02. Purtroppo la qualità dell'immagine non è particolarmente buona, ma spero che riesca comunque a dare l'idea di come siamo ridotti». Ringrazio, Cordiali saluti A. Duci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog