Cerca

INSEGNARE DANTE SEMPRE PIU'!

Carissimo direttore, c'è un unico modo per rispondere alle assurde ragioni che la fantomatica associazione legata all'ONU adduce per espellere Dante dal mondo della scuola, ed è di leggerlo! Sì leggerlo con tutta l'intensità che suggerisce la poesia della Divina Commedia, leggerlo con tutto il trasporto che muovono le parole di cui si intessono i canti del cammino con cui Dante passa dalla terra al cielo mostrando come il cielo sia la verità della terra e non una astrazione spiritualistica. C'è solo da tornare in classe e leggere Dante, a voce alta, con il sentimento di chi si lascia condurre sulla strada che il divin poeta percorre a segno che è quella di tutti gli uomini. Non serve dimostrare che le accuse fatte a Dante sono false, è tempo perso, la questione è un'altra, è la questione di ogni giorno a scuola, è portare la bellezza e sfidare con tanta bellezza non le obiezioni, ma il cuore di ogni studente. Questo val la pena fare oggi e domani, rispondere con Dante, solo con Dante! Ed è più che sufficiente. Gianni Mereghetti Insegnante

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog