Cerca

pensione

Dal 1974 al 2010 ho lavorato come dirigente nel privato, remunerazioni all'altezza. Nelle 4 aziende per le quali ho lavorato ho avuto rapporto di dipendenza e rapporto di agente; sono stato obbligato dalle leggi correnti ad versare contributi all'altezza della remununerazione (molto!) misti fra Inps ed Enasaco. Il risultato è stato 24anni di contributi Inps e in contemporanea 14 Enasarco. Ho avuto una pensione Inps di € 980 dopo avere versato una montagna di soldi ed avere un topolino di pensione (tassata!). Non usufruisco della Enasarco perchè non ho maturato il minimo 20 anni di contributi. E' secondo me scandaloso che i versamenti Enasarco vanno praticamente persi; i due enti non hanno un accordo, contrariamente ad altri enti, per unificare i contributi;non pretendo di avere la pensione Enasarco, ma perchè raggiunto i 65 anni non mi restituiscono i miei soldi come è stato per un fondo pensione (privato) dove non ho maturato il minimo per avere il vitalizio ma mi è stata restituita la somma versata meno, giustamente, le spese di gestione? Spero di essermi saputo esprimere. Grazie per l'attenzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog