Cerca

svegliamoci

Caro Direttore sono una casalinga di 60 anni vorrei tanto che tutti noi iniziassimo a parlare liberamente dei nostri disaggi ormai cronici, causati dalle persone che si classificano politici, e che stanno lavorando per il nostro bene.( speriamo che la smettano presto e per sempre)mi piacerebbe dialogare con ognuno di loro per un po e fare delle domande: inizierei dal presidente Napolitano e gli chiederei se è orgoglioso del suo lavoro, invece di preoccuparsi della unità di Italia, forse sarebbe meglio che gli italiani fossero tutti uguali nei diritti e doveri anche perchè ultimamente i diritti sono spariti gli unici doveri sono quelli del prelievo e non del sangue (per ora) , dovrebbe lui e i parlamentari camuffarsi e andare nelle città o paesi e sentire i commenti e i disaggi che stanno provocando per salvare l' Italia, ma noi italiani chi ci salva,. al sig. Casini chiederei che fine hanno fatto gli italiano poveri che voleva tutelare, a Bersani chiederei ma i posti di lavoro che bisognava creare sono evaporati come stanno evaporando i nostri soldi, ma questi signori(politici tutti) quando la mattina si alzano e si guardano allo specchio non si vergognano hanno mai pensato che i loro POVERI stipendi glie stiamo pagando noi povera gente che lavora dalla mattina alla sera Ma tutti loro sono veramente convinti che il sig: Monti è il santo dei miracoli non avevamo propio bisogno di questo santo, forse non hanno capito che le persone si sono svegliate dal torpore della politica e vedono e ragionano in modo corretto e sanno che se iniziassero loro a dare il buon esempio sarebbe un bel gesto, perchè ognuno di loro non prova a lavorare anche una settimana in officina o in fabbrica o zappare la terra e prova a campare con mille euro al mese, ma quando finirà questo massacro la gente ormai è velenosa, troppi parassiti da mantenere ,i sindacati da eliminare anche loro grandi lavoratori si sono creati il loro spazio per campare sempre con i nostri soldi io mi fermo perchè spero che qualche' altro prosegua questa carrellata, si potrebbe creare un poema a più mani.raccontando i nostri disagi grazie non so se verrà pubblicata ma ho scritto una centesima parte della rabbia che ho e sento intorno, cordiali saluti Anna

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog