Cerca

Ma cosa insegna la Bocconi?

Non sono un'esperta; ma so, come lòeggo sanno tutte le persone di buon senso, che per avere una ripresa del mercato bisogna che giri più contante, e non che i negozi siano aperti sempre. Questo costringe il datore a più spese e il diodendente ad avere meno tempo per la famiglia. Noto poi che, dall'altra parte, in ispoecie i sindacati e la sinistra, si preoccupano siolo del dipendente, che è importantissimo, sì; ma per avere dipendenti un imprenditore deve anche poter pretendere che sappiano fare il loro lavoro, e che lo vogliano fare onestamente. Non la capisco la discussione sull'art. 18 di questi giorni. Se non ci sono le premesse, c'è senz'altro poco spazio per parlare a teorie. CCreare mercvato, prima di tutto; e per crearlo, la gente deve essere meno oppressa dalla miriade di tasse che questo governo ha imposto. Eppoi, non è allungando il tempo per andare in pensione che si creano posti di lavoro, a mio parere, perché per chi resta senza lavoro a 60 o a vent'anni la tragedie è uguale. se non peggiore a 60. C'è una sola via: ridurre le spese, ridurre le tasse, dare respiro a questo popolo di stangati!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog