Cerca

ITALIA : RISCHIO RISTRUTTURAZIONI A META' ?

Per l'augurio...che questo Governo non si areni alle prime pastoie di giochi politici, sempre in agguato, e non veda nel solo popolo il limone preferito da spremere, se a questo Esecutivo dovesse mancare l'autonomia necessaria ad espletarsi per non sentirsi al guinzaglio delle tre principali forze parlamentari che lo imbrigliano,visto il rumore sollevato da una di queste nel ricordare al Prof che lo stesso era lì soltanto per rimettere in sesto il soloaspetto economico della ripresa (accettando successivamente l'allargamento alla Giustizia). Come è possibile parlare di "crescita" quando si continua a convivere con forme di arcaismi come dazioni elettorali ai partiti ed altre forme di sussistenza? Tutto danaro che trova,in pratica, un unico pozzo...il più comodo...mentre la "soma" continuano a portarla i soliti male-stanti e gli eletti continuano a menar il can per l'aia. Ora domando : e se della riforma Lavoro se ne fosse trattato a fine mandato del Prof..con le Casse più pingui di altre entrate?L'anno che rimane a questo Governo volerà in fretta (..come sempre quando si hanno tante cose da fare...tra ferie, feste ed imprevisti) e molte riforme rimarranno incompiute, forse con complicità inaspettate? Quanto sarà nuovamente rimandato alla politica che tornerà...sarà ancora materia destinata ad un limbo da quantificare? Perchè da dividersi in "campi" toccati dal Prof e quelli no? Avremo così un'Italia bicolore? Saluti. Angelo Mandara

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog