Cerca

Italia "commissionata" / soldi di Niccolò Rinaldi

sono uno, laurea magistrale in Economia e generazione vitellina "Chiara e gli altri" Italia 1 ore 16. Nessuno si lasci condizionare dalle mie opinioni ma voti come crede. Non sono razzista ma volevo fare due conti. Una signora italiana madre di un ragazzo fidanzato con una polacca, mi ha riferito veramente che i polacchi ci considerano un paese "in crisi" ("non consigliabile per venire a viverci"). La meravigliosa storia dell'evoluzione: da animali acquatici a anfibi, fino a diventare cristiano. Wojtyla, termine ultimo dell'evoluzione, proclamava "accoglienza!", e tutti dovevano rispondere applaudendo: "bravo!" (altrimenti si era razzista e farneticante). Wojtyla sarà ricordato dai buoni cristiani come Papa "accogliente", ma ci saranno ancora i cristiani, se l'Islam soppianterà il cristianesimo? Secondo me il paradosso dei permessi di soggiorno è che l'immigrato per restare "deve" lavorare, ma il suo guadagno si rivela una tagliola per i conti pubblici, intesa come perdita dei consumi interni. Il mio obiettivo è di sollevare il problema inevaso dalla sinistra italiana dei soldi che finiscono trasferiti all'estero ad opera degli immigrati che sbarcano, il 18,8% dei neonati in Italia è nato da genitori uno o entrambi stranieri, i quali spesso e volentieri mandano soldi ai loro familiari: questo significa emorragia continua di denaro dall'Italia all'estero. Immigrati nella filiale delle Poste in via Sestrière a Borgo San Pietro di Moncalieri e in via Sacchi 2 a Torino tutti i giorni mandano soldi all'estero. La legge in Tunisia dice che se un italiano compra una casa o un terreno, non ne diventa proprietario per sempre, ma ne ottiene solo una forma di possesso. Quindi anziché vivere più agiati e spaziosi, gli italiani sono stati così "intelligenti" da dividere il poco che hanno con gli immigrati: questo può essere lodevole sotto un profilo cristiano per chi ci crede, mentre potrà essere un motivo di selezione naturale per chi crede alle leggi della fisica. E quindi, è già quasi santo il polacco che ha avviato al default l'Italia, così mafiosa e invalida ma giustificata perché "laggiù non c'è lavoro" (l'umiltà di chi ci vive). Con tutto il rispetto non vuol essere messaggio antisemita, ma Israele a casa propria ha circondato il lago di Tiberiade, mentre gli israeliani in Italia dicono che bisogna accogliere i barconi e sono (quasi) tutti contro di Bossi. L'Italia è ricca di acqua potabile: questo la rende facile preda degli immigrati. L'immigrato che mette piede in Italia grazie ai politiconi amiconi di sinistra, ha il sacrosanto diritto di restare a guadagnarsi la pagnotta e non potrà essere facilmente espulso, grazie ai "filo-cattolici". Così spariscono pure i tombini e le griglie d'ottone dei citofoni a Torino: tanto paga pantalone! Gli Italiani sono così intelligenti che hanno votato quei partiti che hanno "voluto" l'ingresso dei barconi. A cominciare da Craxi, è giusto che l'intelligenza degli italiani sia premiata dalla selezione naturale. La sinistra italiana ha determinato la fine dell'articolo 18 quando diceva che per non sembrare razzisti bisognava accogliere i barconi degli immigrati. L'intelligenza degli italiani arriva al punto di disprezzare i fautori della Bossi-Fini. Esempio: in Africa partorire per via naturale è un vanto, mentre le italiane pensano che sia meglio il cesareo così il bimbo non soffre. Questo potrà dare un vantaggio selettivo a quelle quando non sarà disponibile il cesareo (già ma dimenticavo che viviamo nell'era del benessere e quindi possiamo vivere spensierati di speranze). Mi dispiace rattristarvi, ma la mia prognosi è che l'Italia fallirà per "dissanguamento monetario", basta considerare che: 1. molto all'incirca il 20% della popolazione italiana è costituita da immigrati che mandano soldi ai familiari nei loro paesi (dati ISTAT: nel 2010 il 18,8% dei neonati in Italia era da uno o due genitori stranieri immigrati); 2. il debito pubblico sale (oltre il 100% è impossibile fermarlo); 3. molte fabbriche come di Nerino Grassi spostano la produzione all'estero dove l'operaio s'accontenta; 4. il colpo di grazia arriverà e sarà soft: i farmaci biomolecolari (anticorpi monoclonali). Vorrei solo fare 3 domande a Tobia Zevi (così telegenico, senza offesa!), Associazione Hans Jonas: 1) se Lei fosse una donna gravida, salirebbe su un barcone per pure ragioni economiche? 2) come mai i barconi carichi di disperati non passano da Gibilterra? Gibilterra è geograficamente molto più vicino che l'Italia 3) con quale faccia i politici pre-legge Bossi Fini hanno avuto il coraggio di inculcare nelle menti della povera gente che gli immigrati costituivano una ricchezza economica perché lavoravano al posto degli italiani "svogliati" e pagando i contribuiti salvavano l'INPS: e così lungimiranti non hanno pensato che tutti questi immigrati (molto all'incirca il 30% della popolazione del Nord Italia) in realtà ci stanno dissanguando perché spediscono soldi ai loro familiari nei loro paesi? Avremmo pure soldi a disposizione dalla UE, ma non osiamo toccarli perché ci sembrano di troppo: come ha fatto notare l'eurodeputato Niccolò Rinaldi gli italiani non toccano circa 40 miliardi di euro messi a disposizione dalla UE come fondi diretti (ai gruppi) o indirette (tramite le Regioni). Così mia la domanda laconica non è se ci sarà il default, ma quando. Vietato sparare sull'invalido. Con il mio dovuto e sentito rispetto, in Italia si chiama "Signor Invalido". Ecco perché abbiamo il record mondiale di presunti disabili. Giuro che sono stato nei Paesi Bassi e in Germania e non ho visto alcun posto auto riservato all'invalido: il quale in Italia può viaggiare gratis su treni Piemonte- Liguria, può adire gratis alcuni cinema, può ricevere gite gratis dalla pubblica amministrazione, non paga alcun ticket, guadagna di più di quanto il lavoratore che si spacca tutto il giorno riceve in Serbia e in CIna, e i familiari di invalidi titolari di posto macchina hanno il diritto di chiamare subito il carro-attrezzi, anche solo per dispetto (senza una chiara necessità), se il lavoratore italiano che pagando le tasse li mantiene parchezzia per mezz'ora sulle strisce gialle a lui riservate. Se per ipotesi in Italia girassero 100 euro, gli immigrati ne guadagnano 10 e ne inviano 5 ai loro paesi, in quanti anni i soldi in Italia si "esaurirebbero"? (è solo un esempio stupido). Gli italiani devono prendersi le proprie responsabilità: ai tempi di Wojtyla hanno votato la sinistra e così han permesso ai barconi di impiantarsi: oggi paghino le tasse per tutti quei soldi che gli immigrati da 20 anni stanno inviando ai loro paesi. Con tutto il rispetto per i "disperati dei barconi": ma se non fuggono dalla guerra (o per altre fondate ragioni), per me non hanno diritto a fare soldi in Italia come "clandestini". Siamo stati così bravi ad accogliere i barconi, che Capitan Coraggio ci ha regalato il "Monumento al Barcone". Una lettera su Torino Medica febbraio 2012: "L'incremento della malattia tubercolare registrato in questi ultimi anni in Italia è correlato all'afflusso di persone che ci giungono da paesi ad alta endemia dell'est europeo, quali Romania, Bulgaria, Moldavia, Azerbagjan. Verso alcuni dei quali, poiché si tratta di paesi comunitari (è uno dei tanti regali dell'Europa prodiana) non è lecito intervenire. A questo flusso migratorio, difficile da arrestare, va aggiunta, nel corso di quest'ultimo anno, la drammatica ondata di migranti che ha raggiunto le coste italiane, proveniente dall'Africa subsahariana, dove la tubercolosi è ancora più diffusa. Anche se in questo caso non si trattava di cittadini comunitari, nessun controllo è stato effettuato, perché le onlus cattoliche e laiche che si occupano di loro, per timore di perdere le prebende legate a questo tipo di assistenza, hanno preteso ed ottenuto che TUTTI gli sbarcati fossero dichiarati rifugiati politici. Parleremo in seguito del problema della prevenzione". E la domanda laconica finale: "Quante delle badanti che noi introduciamo nelle nostre abitazioni e che mettiamo a stretto contatto con i nostri bambini e con i nostri anziani, hanno effettuato, prima dell'assunzione, almeno un esame del sangue ed una radiografia dei polmoni?". L'intelligenza depravata dei politici italiani si era già manifestata nel lontano 1958 con la legge Merlìn (mantenuta in vita dalla sinistra per non pagare le baby pensioni alle meretrici, per vendere più FIAT 500, per dire ai paparini "siete delle bave", e così da crescere lenoni prosseneti stranieri), e ha perseverato assecondando quel grande santo Karol Józef Wojtyła. Chi ha votato a sinistra sotto Wojtyla deve prendersi le responsabilità: perché quasi tutti questi stranieri inviano o portano denaro ai propri familiari nei propri paesi, e sottraggono così denaro circolante agli italiani che sono stati così accoglienti. Così si ha la contrazione dei consumi che significa aumento delle tasse. Nel Medio Evo partivano le Crociate, nella prima e seconda guerra mondiale ci siamo uccisi tra di noi europei, con Wojtyla stiamo soppiantando la nostra popolazione "imbecille" ("inabile a fare la guerra") con quella dei barconi. E qualcuno mi dirà che bisogna accoglierli perché bisogna donare a chiunque si presenta a chiedere. Ho esposto denuncia in via Reiss Romoli contro quelli che a Torino donavano 16'000 euro in contanti di soldi pubblici a ogni immigrato che si presentava con la tubercolosi. Tutti i soldi che i buonisti capi italiani di sinistra hanno regalato e stanno regalando ai "disperati dei barconi", sono tutti soldi che noi italiani pagheremo come tasse. Neanche abbiamo i soldi per usare i contributi UE di cui parla Niccolò Rinaldi (IDV). E Casini pensa di ridurre a 750 i parlamentari: siamo tutti goduti come dei ricci!! Nel 2002 avevo azioni in banca italiana dove spendevo solo per il sottodeposito titoli 450 euro ogni sei mesi. Nel 2003 ho spostato i titoli alle Poste dove si paga circa 20 euro l'anno. Un titolo come Tiscali dal 1998 al 2012 ha perso circa 40'000 volte. Le baby pensioni si fondavano sul baby boom degli anni '50, fermato dal "femminismo dissoluto", e non sull'arrivo di immigrati che puppano soldi in Italia. Poi ognuno faccia come crede: tanto se falliremo falliremo tutti assieme, a causa dei politici imbecilli che anziché pensare all'interesse collettivo lungimirante, fanno solo piacere ai propri elettori pelandroni. Ed è giusto che l'ebete si estingua perché in Natura le risorse sono limitate: non ce ne sono abbastanza. Forse nessuno lo sa, ma il crack era già stato scongiurato nell'ottobre-novembre 1992, quando però gli immigrati che succhiano erano lo 0,1%. Ogni diverbio familiare in Italia termina con l'assistente sociale pagato dai contribuenti: siamo così i più deboli, i più assistenzializzati del mondo. La fine dell'Italia: sarà commissariata, così metterà per forza la "testa a posto". Agli italiani in mutande sarà concesso però di ridere la domenica sera grazie alla Littizzetto (senza offesa): sorrisi al protossido d'azoto. Per far smammare l'immigrato forse basterebbe: 1. non comprare più titoli di Stato 2. ridurre l'uso delle auto: gli immigrati usano i soldi non per mantenere l'indotto FIAT, la benzina e le Assicurazioni ma per fare i figli: gli italiani di domani (forse più forti e intelligenti, meno "parassiti"). 3. Collocare la Marina Militare a Lampedusa anziché mandare i nostri marò ad ammazzare la povera gente che poi richiederà un risarcimento (in India sono così "umani" che quando muore un vecchio viene bruciata al rogo sulla pira anche la sua sposa bambina). 4. Poliziotti "accalappia-immigrato irregolare" come quelli in Liguria: vedeste come trottano quando ci sono in gioco gli interessi dei commercianti paparini italiani, nascondono i bustoni nei bagni loro "amici" e quando si sentono rincorsi saltano senza problemi staccionate di oltre 1 metro! Così l'Italia fallirebbe non per mani degli immigrati da di grazia sua. Intanto, la figlia del Sindaco di Belluno e le sue amichette han dato il buon esempio a sposare i "dotati". Io non ho mai avuto la forza scellerata di votare la sinistra, ma i meridionali la hanno votata così quasi tutti gli immigrati accolti sono finiti al Nord, e D'Alema a Fabio Fazio ha detto: "basta che ti regalano del pesce che finisci sul giornale", in Germania invece si finisce licenziati. Basta che gli immigrati siano accolti che ottengono diritti e esenzioni es. dai ticket E02, E05, E11 perché ovviamente non hanno il patrimonio degli italiani da pagare, e grazie alle femministe che strillano in televisione, come badanti possono sposare i vecchi italiani ormai decrepiti. La sinistra è molto più chirurga della destra: "il chirurgo pietoso rende il paziente gangrenoso". I "machi italiani" latin lovers: sono così impotenti da avere bisogno degli immigrati "anche" per fare default? Niccolò Rinaldi: www.linkiesta.it/i-nostri-fondi-ue-...i-le-autostrade cordialità Guido Emanuele Galasso da Torino

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog