Cerca

La battaglia del fisco

Egregio Direttore, sono un Dottore Commercialista e vorrei fare alcune considerazioni sul problema fiscale. Abbiamo letto che il nostro è un paese di evasori, nel quale i dipendenti sono gli unici a pagare quanto dovuto. Per fortuna il suo giornale (unico) ha scritto che la statistica conteneva un grossolano errore riguardante i redditi di partecipazione e pertanto era fuorviante ma era stata divulgata ad arte dal Ministero dell'Economia per scatenare la canicola contro imprese e autonomi. Per combattere la guerra all'evasore, di quali ulteriori informazioni il fisco vorrebbe disporre? Con le ultime disposizioni legislative l'Agenzia delle Entrate puo "penetrare" la vita di tutti noi, conoscere il contenuto dei conti correnti, le spese che effettuiamo, che macchina guidiamo, le scuole frequentate dai nostri figli e se la domenica andiamo allo stadio o al tennis, che canali guardiamo in Tv e dove andiamo in vacanza. L'Agenzia delle Entrate è il grande fratello che ci accompagna tutto il giorno, tutti i giorni. Bene, da cittadino e operatore del settore allora chiedo che, con tali armi, l'evasione fiscale sia solo un ricordo dei tempi passati, in quanto l'esercito dell'amministrazione finanziaria è dotato delle armi più potenti e sofisticate che esistano. Ma se l'evasione fiscale (100 o 200 miliardi secondo gli studi) non dovesse essere azzerata, azzeriamo i dirigenti del Ministero e dell'Agenzia delle Entrate. I generali sconfitti venivano eliminati; la fucilazione sarebbe un lusso che non possiamo permetterci, ma la pensione è il minimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog