Cerca

art 18,imu,debito pubblico e giustizia sociale

ART 18, IMU, Debito pubblico e giustizia sociale Egr.dott. Belpietro le invio copia di mail inviata a 10 parlamentari del PD,suo aff. lettore. Alcune considerazioni sui temi in oggetto: ART 18-Voi paladini della protezione sociale dei lavoratori e della giustizia sociale, come fate a intavolare una discussione sull’art 18:non si tocca e basta. Di industriali illuminati in Italia non ce ne sono,l’ultimo è stato ADRIANO OLIVETTI che era malvisto da politici E sindacati perché scomodo,gli altri avuta la libertà di licenziare è chiaro che cercherebbero di disfarsi dei vecchietti per assumere giovani a stipendi bassi e che già per loro natura gli consentirebbero una mobilità maggiore. IMU- Pensionato 71 anni (pensione bloccata) , 2 figli a cassa integrazione, ho investito i risparmi di una vita di lavoro della mia famiglia nell’edilizia. Posseggo 2 alloggi affittati a canone agevolato(legge 431art2comma3)che a fronte di un canone basso(circa metà Di quello di mercato) era tolta in pratica l’ici ( al 0,1%)ed era tassato solo il 65% dell’affitto. Soluzione del prof . bocconiano( ma cosa insegnano all’università!), eliminate tutte le agevolazioni:imu 1400 eur Tassazione 100% affitto. Conclusione posso dimostrare a qualsiasi prof. Dati alla mano pagate tasse,manutenzione,gabelle varie se va bene Uguale reddito zero,e addirittura negativo. La politica non dovrebbe risolvere i problemi dei cittadini, allora perché punire chi con sacrifici il bene primario dell’abitazione l’ha risolto da solo. Ma lo sapete che fra manutenzione e adeguamenti continui a norme europee (di cui siamo i parenti poveri)la casa a chi ne è propr. Costa un affitto. Cosa dire poi della vostra giustizia sociale verso chi come me ha affittato a canoni bassi e vede il misero guadagno Azzerato. Cosa fare : aumentare l’affitto a chi già stenta a pagarlo! La solita guerra fra poveri, ciò porterà dove il mercato lo consente un aumento degli affitti. Io venderò gli alloggi, i miei figli e nipoti la casa la pretenderanno dallo stato come altri Ciò provocherà un disimpegno di chi è disposto al sacrificio per migliorare la propria situazione,impoverirà una nazione già umiliata da tante ingiustizie. DEBITO PUBBLICO- chi con una politica scellerata (che nemmeno il più sprovveduto con scolarità zero e minimo Di razionalità avrebbe attuato ) fatta di spese inutili,sprechi,ruberie, clientelismo,pensioni fasulle , pensioni a chi Ha fatto una sola legislatura(doppio della mia 35 anni di progettista di computer/dir finanziaria Olivetti) : VOI ( UGO la MALFA lo diceva ma era giudicato una cassandra allora) IL minimo che dovreste fare è dare le dimissioni tutti e scomparire dall’Italia. Vergognatevi Corica Paolo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog