Cerca

Tutti pronti a saltare sul carroccio del vincitore

0
(ANSA) - ANCONA, 6 APR - ''Il nostro grande condottiero Umberto Bossi, da anni malato, come in una saga molto poco padana e' stato accoltellato dalla moglie siciliana, dalla 'badante' pugliese, e dal tesoriere calabrese, ovvero da un cerchio magico ampiamente d'oltre Po''. Cosi' il consigliere regionale della Lega Nord delle Marche Roberto Zaffini sulle dimissioni del leader. ''Ora - conclude - da partito personale la Lega si trasforma in un partito di popolo, guidato spero, dopo il congresso, da Roberto Maroni''.(ANSA).

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media