Cerca

Tutti pronti a saltare sul carroccio del vincitore

(ANSA) - ANCONA, 6 APR - ''Il nostro grande condottiero Umberto Bossi, da anni malato, come in una saga molto poco padana e' stato accoltellato dalla moglie siciliana, dalla 'badante' pugliese, e dal tesoriere calabrese, ovvero da un cerchio magico ampiamente d'oltre Po''. Cosi' il consigliere regionale della Lega Nord delle Marche Roberto Zaffini sulle dimissioni del leader. ''Ora - conclude - da partito personale la Lega si trasforma in un partito di popolo, guidato spero, dopo il congresso, da Roberto Maroni''.(ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog