Cerca

Ammiratori di Lucio Dalla a giorni alterni

Durante queste vacanze pasquali, un gruppo di genitori bolognesi sta utilizzando il proprio tempo libero e le proprie energie per scrivere a istituzioni, artisti, politici, "media", e per fare quanto è umanamente possibile affinché parta il Liceo Musicale. Non possiamo esimerci, infatti, dal constatare come l’eventuale mancanza di implementazione, per il terzo anno consecutivo, sarebbe un fenomeno sconcertante non solo per l’avvenire dei nostri figli, ma anche per l’immagine di Bologna. Bologna, culla di musicisti di ogni genere, anche famosissimi, ha fatto nascere il primo corso di laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo (DAMS, 1970). Bologna è diventata, prima in Italia e seconda in Europa, dopo Siviglia, Città Creativa della Musica (UNESCO, 2006). Ma, contemporaneamente, Bologna, insieme ad Aosta e Campobasso, è l’unico capoluogo di Regione privo di un Liceo Musicale: ciò finisce per "strozzare" i 21 indirizzi musicali della Scuola Media, perché fra essi e il Conservatorio, in mezzo (dove dovrebbe esserci la Scuola Media Superiore), esiste solamente il nulla. O le lezioni private. Il Liceo Musicale, a Bologna, ha tutte le autorizzazioni in regola … … e per farlo partire basterebbe un centesimo (1%) di quello che è stato speso l’anno scorso per le scuole di Bologna, QUASI ESCLUSIVAMENTE IN EDILIZIA SCOLASTICA. Cantava un autore musicale: "La verità è che la musica mi ha salvato. quand’ero piccolo la musica mi ha salvato"; anche noi genitori siamo stati "salvati" dalla musica: qualcuno ne ha fatto una professione, qualcuno l’ha suonata con gli amici, ed ha avuto magari una chance in più per "rimorchiare", qualcuno ha potuto lenire con essa i propri momenti bui … e tutti, comunque, l’abbiamo ascoltata con la stessa passione con cui la si suona. Per questo, vogliamo che i nostri figli abbiano un futuro "musicale" migliore del nostro, non peggiore. Certo, si potrebbe affermare che se il Liceo Musicale di Bologna non partisse a Settembre, partirebbe comunque negli anni successivi. Noi, però, non siamo burocrati, siamo genitori … E L’AVVENIRE DEI NOSTRI FIGLI E’ ADESSO. Chiediamo pertanto che lo si realizzi in tempo PER L’ANNO SCOLASTICO 2012 – 2013. Intitolare il Liceo Musicale a Lucio Dalla non deriva dalla voglia di sfruttare l’emozione collettiva, ma dall’amore che abbiamo per questo grande musicista. Non solo: Lucio si era interessato fattivamente delle vicende del Liceo Musicale di Bologna, e "ci teneva" … Grazie Lucio … Grazie ANCHE per questo. genitoriinmusica@gmail.com ; Gianfranco Domizi 335 7905444 P.S.: un esempio di "arroganza meroliana" … alcuni di noi gli hanno postato, su Facebook, il disappunto per alcune spese comunali, a fronte del "braccino corto" per il Liceo Musicale. Nella risposta, ci è stato assicurato che le spese erano in ordine, ma il Liceo non è stato neanche menzionato. In perfetto stile-Ceausescu!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog