Cerca

considerazioni

0
Egr. direttore, leggo spesso le lettere che le mandano i suoi lettori. In merito a queste vorrei esprimere una valutazione. Ancorchè dare consigli o colpe ai vari personaggi della politica italiana, non sarebbe forse il caso di pensare a cosa possa innescare una situazione tanto pericolosamente confusa nel nostro Paese? Non mi pare che quanto sta avvenendo sia un normale manifestarsi di eventi riconducibili a fattori di capacità o meno degli uomini di potere. Ciò cui nessuno sembra pensare è che dietro al progredire di una metastasi come stiamo vivendo ci sia una programmazione ben oculata e voluta che guida istituzioni di potere ad agire onde portare l'Italia verso qualcosa che non riesco a capire a fondo. Se ci fosse ancora l'Urss sarebbe comprensibile, ma oggi.... Vorrei in merito conoscere il pensiero di altri amici. Grazie Franco Pezzali

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media