Cerca

droga e malavita

Premessa: non sono moralista, nè tuttolologo. Considero i giovani al di sotto dei trent'anni, prede facili dello sballo. Oggi è la droga, l'altro ieri il whisky, l'altro ieri ancora il cognac, nei tempi remoti il vino ( spesso cattivo). Dopo i trenta, se si continua , è perchè prevale la stupidità. Ma visto che la spinta maggiore viene dai venti ai trenta, perchè non incitare questi giovani a combattere la malavita e tutto ciò che ad essa è collegato non sballandosi più con le droghe, di qualsiasi tipo. Una bottiglia di Barbaresco costa meno, fa lo stesso effetto e fa molto meno male. Se Lei, caro direttore, mi appoggerà in questa iniziativa, le prometto un sostegno che neanche si immagina. Non vendo vino! Giorgio Banino

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog