Cerca

LETTERA APERTA AL PROF. MONTI inviata per conoscenza e divulgazione a vari Parlamentari e Organi d’i

Gent.mo Prof. Monti Desidero sottoporLe una teoria fiscale che ho elaborato circa 40 anni fa e che con la tecnologia moderna ritengo attuabile. Con essa si otterrebbe : aumento delle entrate quindi riduzione debito pubblico, eliminazione o quasi dell'evasione quindi riduzione pressione fiscale, maggiori consumi quindi rilancio produzione industriale ed aumento occupazionale. Consisterebbe nella: eliminazione delle trattenute alla fonte per tutti quei soggetti (milioni) che avrebbero maggiori entrate e quindi maggiori possibilità di spesa. L’incremento della domanda di beni farebbe necessitare, per le aziende, l’aumento della produzione e quindi del personale. Riduzione della disoccupazione. L’aumento di coloro che avrebbero un reddito farebbe aumentare le entrate per lo Stato. Tutte, indistintamente tutte, le spese effettuate dai contribuenti potranno essere detratte per intero dalla dichiarazione dei redditi. Sull’attivo, fatta la differenza fra entrate ed uscite, i contribuenti pagheranno le imposte in percentuale uguale per tutti. La richiesta della ricevuta fiscale diventerebbe automatica. Tutti quei milioni di professionisti che oggi evadono, dovendo rilasciare le ricevute sarebbero costretti a pagare il dovuto. Poiché la pressione fiscale complessiva, specialmente nei primi tempi, non potrà essere modificata quanto lo Stato incasserebbe in meno, dal mancato introito delle trattenute alla fonte e dalla possibilità di detrarre “ tutte le spese “ sarebbe coperto dal recupero dell’evasione e/o dall’eventuale aumento dell’IVA e/o delle accise (in questo caso sarebbero indolori) e dall’introduzione di una imposta ad hoc che incida sui beni in maniera variabile in rapporto alla voluttuarietà o meno degli stessi. Si costringerebbero, così, anche gli evasori totali (almeno sin quando rimarranno sconosciuti) a pagare qualcosa. Distinti saluti Gabriele Sant’Angelo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog