Cerca

non si può sentire!

Sarò anticostituzionale, ma non posso sentire re Giorgio Napolitano definire "indegni dell'Italia" evasori e speculatori. Costoro sono certamente delle pessime persone, ma l'inquilino del Quirinale non mi sembra assolutamente il più indicato per certi pistolotti, visto che lui riconosceva come unica bandiera quella rossa con falce e martello (il tricolore lo ha scoperto giusto per le dispendiose celebrazio- ni dei 150 anni dell'Unità d'Italia col buffone di corte Benigni al seguito) e tifava per i carri arma- ti dell'Armata Rossa che invadevano altri Paesi. Per i politici nostrani, alla luce dei recenti fatti, usare il termine "indegno" è un lusso che non tutti possono permettersi, specialmente per chi prendeva ordini direttamente da Mosca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400