Cerca

Salviamo le aziende creditrici dello stato

Egregio Direttore, Pur non essendo un leghista,ho inviato questa mattina una lettera al giornale la Padania poichè Maroni aveva comunicato che avrebbe dato in beneficenza l'importo dei rimborsi che dovranno incassare. Io sono del parere che i soldi si devono sudare, la beneficenza si può fare alla chiesa ma la situazione del nostro paese ci impone di investire per rilanciare l'economia,ho consigliato di orientare i fondi disponibili verso quelle aziende che hanno dei crediti nei confronti dello stato Italiano che non onora nei tempi stabiliti portando le stesse ad un probabile fallimento.Salvare le aziende ed i posti di lavoro con i soldi che lo stato sperpera. A fronte degli importi investiti si dovrebbe richiedere alle aziende la cessione del credito statale In questo modo si riinvestirebbero le risorse che lo stato spreca per una giusta causa a costo O.Cordialità Francesco

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog